home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Chattare sotto il banco nelle ore di lezione

La nuova frontiera della Scuola 3.0: le ore passano più in fretta, ci vuole molta abilità, ma...

Chattare sotto il banco nelle ore di lezione

Il docente o la docente provano a spiegare e lo fanno con grande trasporto, passione, tirando fuori tutta la loro preparazione.

Lo studente o la studentessa devono ancora svegliarsi. Riescono totalmente a disconnettersi dalla classe.

L’aula è un non luogo: sono li ma è come se non ci fossero. Sotto il banco c’è lo smartphone pronto a collegarli con tutto il mondo.

Possono chattare con amici e amiche che sono costretti come loro ad andare a scuola.

Possono immergersi nei social e vedere cosa accade su Instagram o Facebook.

Possono conversare amabilmente in chat su Whatsapp. Così le ore passano presto, la giornata scolastica dura poco.

Un po’ di chattate e arriva la ricreazione. Altre subito dopo e suona la campanella.

Studenti e studentesse 3.0 riescono a guardare l’insegnante che spiega e se serve anche ad annuire.

Il gioco è fatto. In barba a disposizioni e regolamenti che vietano l’uso del cellulare in classe.

E se adesso sarà autorizzato l’uso dello smartphone per usi didattici entreranno in crisi. Non potranno più chattare. E dovranno farsene una ragione.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO