WHATSAPP: 349 88 18 870

Miele: «Qui per cantare, grande umanità Conti»

Miele: «Qui per cantare, grande umanità Conti»

Miele: «Qui per cantare, grande umanità Conti»
SANREMO - “Sono venuta a Sanremo per cantare, al di là della competizione: ringrazio Carlo Conti per la sua umanità e accetto l’invito a salire sul palco questa sera come ospite. Per me non è un compromesso né un contentino”. Pur non nascondendo la delusione per non essere stata riammessa alla finale, Miele è consapevole che inserire in gara un quinto concorrente, in deroga al regolamento, “avrebbe potuto causare vari problemi” e dunque si prepara a proporre la sua ‘Mentre ti parlò fuori competizione. “Quando sono stata convocata oggi pomeriggio per conoscere ‘il verdettò ho provato una certa ansia, vista la situazione anomala e difficile in cui mi sono trovata. ma Conti mi ha colpito per la sua umanità”, racconta la cantante siciliana, 26 anni, di Caltanissetta. “E poi voglio dire che ci tengo soprattutto a cantare, non ho mai pensato di vincere il festival, e non lo dico per pessimismo”. La ripetizione del voto ieri sera in sala stampa l’ha fatta “stare male, ma il malessere principale - spiega la cantautrice - era legato alla percezione che la mia vittoria non fosse del tutto meritata. Meglio la chiarezza, dunque. Penso che anche Francesco Gabbani sia venuto qui innanzi tutto a cantare, non deve essere facile questa situazione neanche per lui. È giusto, comunque, che sia lui in gara sul palco, anche se - conclude con un sorriso - stasera faccio il tifo per Mahmood”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa