WHATSAPP: 349 88 18 870

“C’e posta per te” a Catania: Raul Bova aiuta un figlio a ridare coraggio alla madre

“C’e posta per te” a Catania: Raul Bova aiuta un figlio a ridare coraggio alla madre

Il "regalo" di Federico alla madre messa a dura prova dalla vita

“C’e posta per te” a Catania: Raul Bova aiuta un figlio a ridare coraggio alla madre

La popolare trasmissione "C'è posta per te" condotta da Maria De Filippi ha fatto trappa a Catania  per raccontare la storia del regalo di un figlio alla madre. nella puntata andata in onda sabato sera in studio c'era Federico, 18 anni, che inviato ala busta alla madre  Maria, una donna messa dura prova dalla morte dell'amato marito e da una malattia contro la quale combatte con coraggio.  Il "regalo" del ragazzo è  Raoul Bova, attore che alla mamma piace molto. «Mia mamma è una persona speciale e voglio fare qualcosa di speciale per lei - racconta Federico nella lettera di introduzione presentata da Maria De Filippi - Mamma se lo merita, noi abbiamo perso papà, lei ha perso suo marito e combatte da anni contro una malattia. Io sono estroverso con tutti tranne che con mamma e quindi voglio per una sera riuscire a dirle tutto quello che sento».

 

La famiglia di Federico è di Misterbianco ma lavora a Catania grazie a due camion che vendono panini in città. Il papà di Federico è stato investito da un'auto: «Mio papà era il mio eroe, a 14 anni io stavo lì, pulivo i tavolini.  Quando la notte si arrivava alle luci dell'alba, io la potevo guardare con mio papà». Dopo la morte del padre, i figli sono subentrati nell'attività.  Al mattino Federico va a scuola, poi raggiunge i fratelli per dare una mano nelle paninerie ambulanti. «Da quando non c'è papà, io mi sento meno forte», racconta facendo cenno al male che affligge la madre. «Dimmi che starai sempre bene, che ti prenderai cura della malattia e che non mi lascerai mai da solo - dice Federico alla mamma -.  Stasera ti ho portato qui per dirti tutto quello che non sono riuscito a dirti fino a oggi, ma soprattutto per farti sentire una principessa come papà faceva con te…Voglio dirti che ci sono io a proteggerti, a farti sentire amata, a darti gioia, forza e speranza».

 

 

«Da troppo tempo tuoi vestiti belli stanno tutti chiusi nell'armadio - aggiunge il ragazzo - non indossi più i tacchi, neppure ti trucchi, eppure ogni volta che ti guardo, ti trovo sempre più bella…Una cosa l'hai capita come l'ho capita io: che  dobbiamo abbuffarci di vita fino a che ce n'è, fino a che non va male e diventa amara».

 

E qui entra in gioco Raul Bova che dice alla donna: «Hai un figlio eccezionale…Io qui stasera sono in duplice veste: da genitore e da figlio. E da genitore ti dico che avere un figlio così, che ha il coraggio di dire davanti a tutti "ti voglio bene", è una cosa che tutti i genitori sognano.  Questo mi fa capire, come figlio, quanto tutti quanti noi - magari presi dal lavoro - non ci rendiamo conto quanto è importante stare vicino ai nostri genitori, alle persone che amiamo e quanto poco tempo gli dedichiamo.  Federico è un esempio per tanti giovani", dice Raoul Bova, visibilmente commosso dalla storia che si conclude con l'abbraccio tra madre e figlio e tra gli applausi del pubblico.

GUARDA IL VIDEO

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa