home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Bagno di folla per Simone Pacielloalle "Zagare". E' web star-mania

Bagno di folla per Simone Paciello alle "Zagare". E' web star-mania

Con i suoi video, Awed, (questo il suo nome d'arte) conta sulla sua pagina ufficiale 400mila fan

Bagno di folla per Simone Paciello alle "Zagare". E' web star-mania

San Giovanni La Punta (Catania )  -  Bagno di folla per Simone Paciello. Migliaia di fan, provenienti da tutta l’isola, fin dalle prime ore del mattino hanno riempito “Le Zagare” di San Giovanni La Punta per la “web star” più seguita e amata dal popolo di internet. Oltre 400mila sono i “seguaci” che lo “controllano” sulla sua pagina ufficiale. Ogni giorno Paciello descrive le sue “crisi di identità”. Video che vengono visti da milioni di persone. Ad accogliere «Awed», questo il suo nome d’arte, il direttore de “Le Zagare”, Luciano Guglielmino e Milena Calì.

 


«E’ un ritorno all’origine – dice scherzando – da piccolino venivo spesso in Sicilia, soprattutto a Taormina e Gioiosa Marea, le vacanze estive con la mia famiglia».


Com’è nata questa avventura sul web?
«Il vero motivo è perché non volevo studiare. Nel 2012 è nato tutto per gioco con dei miei compagni di classe. Poi con il tempo la cosa è degenerata e sono arrivato fin qui. Ho perso i miei compagni di classe e sono rimasto da solo. ».
Come nasce un video?
«Da un’idea, principalmente prendo canzoni di bambini che cantano con voci incredibili e poi reagisco improvvisando».
Il tuo è un pubblico molto giovane, pensi a loro quando realizzi un video?

 «Senza ombra di dubbio. Credo che tutti coloro che realizzano video abbiano la responsabilità di sapere per chi lo fanno e, soprattutto, chi li segue. Sicuramente se vieni seguito da un pubblico molto giovane, non puoi dire parolacce. Bisogna contenersi».

Quando hai detto alla tua famiglia che sei una “web star” cosa ti hanno risposto?
«Ma domani vai a scuola? Fai quello che vuoi, l’importante che domani vai a scuola. Mi sono diplomato e poi ho continuato a fare video».
Quant’è difficile far ridere?

«Dipende. Se vuoi farlo con le banalità è molto facile se, invece, vuoi affrontare argomenti più importanti diventa difficile. Questo è quello che voglio fare io. Dipende molto anche da quanta faccia di bronzo hai»

La tua “vittima” preferita è Gianni Morandi. Come mai?
«È uno dei miei cantanti preferiti. Qualche mese fa, addirittura, ho ricevuto un video da parte sua che mi faceva i complimenti per aver raggiunto i 100mila fan. Alla mia età, tutti amano gli One Direction o Justin Biber. Io sono un po’ all’antica e adoro Gianni Morandi».


SIMONE RUSSO

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa