WHATSAPP: 349 88 18 870

Sei chilometri di spiaggia a Gela destinati ai nudisti «Rivive una tradizione»

Sei chilometri di spiaggia a Gela destinati ai nudisti «Rivive una tradizione»

L’ordinanza del sindaco Messinese: «C’era anche negli anni Cinquanta»

Sei chilometri di spiaggia a Gela destinati ai nudisti «Rivive una tradizione»

Da questa stagione estiva ben sei chilometri dei trenta della spiaggia di Gela saranno a disposizione dei nudisti. A stabilirlo è un’ordinanza del sindaco Domenico Messinese che ha voluto “riprendere” una tradizione risalente agli anni Cinquanta, quando a Gela c’era il «Village Magique», meta internazionale dei naturalisti.

«Oltre sessant’anni fa - racconta all’Adnkronos - Gela era già avanti su questo fronte e non credo che la città sia tornata indietro. Abbiamo una spiaggia stupenda di 30 chilometri e sei possono essere destinati a chi sceglie di vivere il mare in modo più naturale, senza destare alcun problema a chi vuole godere della spiaggia in modo più tradizionale».

La spiaggia per nudisti, che sarà una spiaggia libera con cartelli del Comune che segnaleranno questa opportunità, sorgerà tra la foce orientale del canale Scolmatore e il fiume Dirillo.

«L’idea mi è venuta studiando la storia della mia città di cui sono un appassionato - racconta - Sono rimasto affascinato da come eravamo avanti tanti anni fa e ho deciso di riproporlo».

La strada dell’ordinanza è stata scelta dal sindaco perché «consapevole che si tratta di un tema che poteva destare qualche perplessità e me ne sono voluto assumere la piena responsabilità».

Ma fino a oggi, sottolinea, «non ho ricevuto alcuna protesta. La giunta ha accolto con favore il provvedimento, così come alcuni consiglieri comunali e gli stessi cittadini non hanno avuto da ridire».

Del resto la creazione di una spiaggia destinata al naturismo ha come obiettivo anche un incremento del turismo.

«Sono 20milioni i naturisti in Europa e con questa spiaggia che sarà tra le più grandi del Mediterraneo, Gela è pronta a conquistare anche questa fascia di mercato. La nostra città offre una serie di opportunità per il turismo, dal mare ai parchi archeologici, e noi dobbiamo puntare su questo settore specialmente adesso che la nostra economia non può essere più basata sull’industria».

Come tutte le ordinanze anche quella per la spiaggia dei nudisti ha una scadenza, ma il sindaco assicura: «Questo è un primo atto, vedremo come va questa stagione e poi decideremo cosa fare».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa