WHATSAPP: 349 88 18 870

Maria Falcone e Domenico Quiricoalla Scuola Superiore di Catania

Maria Falcone e Domenico Quirico alla Scuola Superiore di Catania

Lunedì e martedì, due incontri per ricordare il giudice Falcone e parlare di Isis e Occidente

Maria Falcone e Domenico Quirico alla Scuola Superiore di Catania

Catania - Due grandi appuntamenti alla Scuola Superiore di Catania, la struttura didattica d’eccellenza dell’Ateneo che arricchisce la sua già ampia e articolata proposta culturale, aperta agli studenti e a tutta la città, ospitando nell’aula magna della sua sede di Villa San Saverio (via Valdisavoia 9), la sorella di Giovanni Falcone da anni impegnata in iniziative di sensibilizzazione in Italia e all’estero sull’insegnamento e l’opera del magistrato barbaramente ucciso dalla mafia nel 1992, e l’inviato e responsabile della redazione Esteri del quotidiano “La Stampa” Domenico Quirico, attento narratore delle vicende politiche e belliche del Medio Oriente e del Maghreb.

 


L’incontro con Maria Falcone, dal titolo “Per non dimenticare”, si terrà lunedì 11 aprile alle 18. Dopo i saluti del presidente della Scuola, Francesco Priolo, interverrà il magistrato Michele Corradino, attualmente impegnato come componente dell’Autorità nazionale anti-corruzione a fianco del presidente Raffaele Cantone. Sarà quindi proiettato il documentario Rai “Per Falcone”, un ritratto inedito della vita e dell’impegno del giudice Giovanni Falcone, realizzato da Vittorio Rizzo con voce narrante di Luigi Lo Cascio e musiche di Nicola Piovani, per ribadire che “quando si è deciso da che parte stare, ogni giorno è un’occasione unica, talora difficile, ma irripetibile, per pretendere la legalità in ogni forma della convivenza civile e contrastare la mafia, con il suo sistema di corruzione, violenza e sottomissione”.

 


Il giornalista Quirico interverrà invece martedì 12 aprile, alle 17,30, nel corso del seminario sul tema “Islam, Isis e Occidente: la religione è legge? Analisi per comprendere, soluzioni per convivere”. Dopo l’introduzione del prof. Priolo, interverranno – moderati dalla professoressa Pinella Di Gregorio - l’Imam della moschea di piazza Cutelli a Catania e presidente della Comunità islamica di Sicilia, Abdelhafid Kheit, ed il vicario episcopale per la cultura della Diocesi di Catania e docente dell’Istituto teologico San Paolo, monsignor Gaetano Zito.

 

 Come inviato speciale del quotidiano torinese, Quirico si è occupato negli anni scorsi della “Primavera araba”, rimanendo anche vittima di rapimenti in Libia nell’agosto del 2011 e poi in Siria nell’aprile del 2013. La sua testimonianza in ‘presa diretta’ sarà quindi fondamentale per comprendere, con l’apporto degli altri relatori, le caratteristiche della religione islamica, la questione dell’interpretazione del testo sacro, le ragioni e le conseguenze dell’eterodossia interna, approfondire i connotati culturali, giuridici e sociali del mondo musulmano nelle macroaree in cui è inserito, ad Oriente come ad Occidente, analizzare il problema della forma politica degli Stati a maggioranza musulmana e descrivere il fenomeno Daesh-Califfato-Isis. Ci sarà inoltre modo di soffermarsi sulle relazioni tra Cattolicesimo ed Islam, nonché sulla concezione delle stesse in merito alla libertà di espressione e di culto e narrare la realtà religiosa all’interno del territorio catanese, caratterizzata da un dialogo costante tra gli uomini e le istituzioni delle due religioni.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa