WHATSAPP: 349 88 18 870

Il Prix Italia lascia Torino per Lampedusa.Riflettori puntanti su immigrazione

Il Prix Italia lascia Torino per Lampedusa. Riflettori puntanti su immigrazione

Partecipano 89 enti radiotelevisivi pubblici e privati in rappresentanza di 34 Paesi

Il Prix Italia lascia Torino per Lampedusa. Riflettori puntanti su immigrazione

 TORINO - Il Prix Italia lascia temporaneamente Torino. D'accordo con il capoluogo piemontese, che ha ospitato la kermesse negli ultimi sette anni, quest'anno la manifestazione si svolgerà a Lampedusa. Una decisione concordata da Rai e città di Torino, spiega una nota, per "sensibilizzare i media di tutto il mondo sul problema dell'immigrazione portando la loro attenzione sull'isola siciliana". 

 

 Il Prix Italia è un concorso internazionale, organizzato dalla Rai, per programmi di qualità, radio, tv e Internet al quale partecipano 89 enti radiotelevisivi pubblici e privati, in rappresentanza di 34 Paesi. Inedita la sua formula che prevede che siano i delegati a decidere la linea editoriale e a eleggere il presidente. L'attuale segretario generale è Vittorio Argento. In passato hanno presentato i loro lavori del calibro di Bertold Brecht, Umberto Eco, Italo Calvino, Eduardo De Filippo, Françoise Sagan, Ermanno Olmi, Francesco Rosi, Krzysztof Zanussi, Sidney Pollack, Roberto Rossellini fra i registi.

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa