home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, il Teatro Stabile nel caos

Catania, il Teatro Stabile nel caos Il presidente Salvo La Rosa lascia

E invoca una gestione commissariale, silenzio del Cda

SCHEDA: ECCO LA RELAZIONE DEGLI ISPETTORI

Catania, il Teatro Stabile nel caos Il presidente Salvo La Rosa lascia

«La gravissima situazione patrimoniale, economica, organizzativa dell’ente teatro Stabile è nota da tempo all’opinione pubblica, ma ieri mattina c’è stata una precipitazione degli eventi quando sulla stampa (su “La Sicilia” ndr) sono stati resi pubblici ampi stralci della relazione ispettiva sul teatro voluta dall’assessore fregionale Antony Barbagallo. A questo punto, dopo un incontro con lo stesso assessore al Turismo e il sindaco Enzo Bianco, di fronte a una situazione così grave anche dal punto di vista della gestione amministrativa, ho deciso di rassegnare le dimissioni...».

ll presidente del teatro, Salvo La Rosa, nominato solo pochi mesi fa non usa mezzi termini e va giù chiaro nel corso della conferenza stampa convocata ieri. Lascerà il teatro, ma allo stesso tempo ha chiesto ai soci di maggioranza dell’ente il commissariamento straordinario del teatro.

«Bisogna commissariare l’ente - spiega - perché ritengo che soltanto una gestione straordinaria, con pieni poteri, può avere la forza di assumere provvedimenti di natura patrimoniale, finanziaria, organizzativa, staturaria e sindacale che occorrono per avere ancora la speranza di salvare lo Stabile. L’ampiezza e la profondità dei provvedimenti che necessitano non possono essere adottati da una gestione ordinaria. Altri enti in Italia hanno avuto la stessa sorte con risultati positivi, come all’Inda di Siracusa. Credo che questa sia l’unica strada da seguire e l’ho proposta ai soci. Devo dire che ha trovato accoglienza sia da parte dell’assessore Barbagallo che dal sindaco». Rispondendo alle domande il presidente dimissionario ha aggiunto che gli è stato proposto di essere nominato commissario, «ma per le mie situazioni lavorative non posso farlo» e ha spiegato che «a questo punto sarà il commissario ad esaminare le questioni amministrative relative anche alla verifica delle assunzioni effettuate… Se sarà confermato che ci sono 14 dipendenti che sono stati assunti in maniera irregolare - ha spiegato La Rosa - dovranno essere affrontate molte questioni per evitare che l’ente soccomba».

Il presidente ha aggiunto anche che a questo punto la nomina del nuovo direttore artistico «passerà nelle mani del commissario, così come le decisioni per la prossima stagione artistica che dovrà però essere pensata con spese molti ridotte». Secondo La Rosa l'intero Cda dello Stabile si dimetterà. All’incontro di ieri era presente anche il vicepresidente del teatro, Jacopo Torrisi che però alla precisa domanda se a questo punto anche lui e gli altri componenti del Cda si dimetteranno ha esclamato: «Ho appreso solo in questo momento della decisione del presidente e della richiesta di commissariamento. Mi consulterò con gli altri membri e col sindaco Bianco e poi vedremo...».

APPROFONDIMENTI NELL'EDIZIONE DEL 12 GIUGNO IN EDICOLA

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa