home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Isidora:il futuribile"vatican thriller"di Alver Metalli

Isidora: il futuribile "vatican thriller" di Alver Metalli

La nuova indagine del "Commissario Romeo", già apparso nel precedente "Il giorno del giudizio

Isidora: il futuribile "vatican thriller" di Alver Metalli

Il cadavere di un sacerdote viene ritrovato in un confessionale a San Pietro. È stato un suicidio o un omicidio? L’uomo, di origine filippina, era al servizio di Papa Matteo, primo papa cinese della storia, in procinto di intraprendere un viaggio nel proprio paese. A indagare sul caso è il commissario Romeo, ormai in pensione, chiamato dal pontefice sulla scorta del suo determinante ruolo nella risoluzione del caso che si era concluso con la sua elezione.

È da questa premessa che inizia “Isidora”, il nuovo romanzo del giornalista Alver Metalli, recentemente pubblicato da “Edizioni di Pagina”. Ambientato in un futuro prossimo, il volume prende le mosse dal precedente “Il giorno del giudizio”, scritto a quattro mani col collega vaticanista Lucio Brunelli. In quel primo racconto il calabrese Mario Romeo, capo dell’antiterrorismo, era impegnato nelle indagini su un intricato caso: durante il Conclave seguente alla morte di Leone XIV (a qualcuno farà venire in mente i romanzi dell’australiano Morris Wes) un aereo si era schiantato sulla Cappella Sistina lasciando come unico sopravvissuto il cardinale Jun Lan Wu.

Firmato esclusivamente da Metalli (stavolta senza la collaborazione del vaticanista del Tg2) “Isidora” si pone come ideale seguito di quel primo Vatican thriller, riprendendone il contesto e il protagonista, ma sviluppandosi come una storia apprezzabile anche da chi non conoscesse gli antefatti (comunque in parte deducibili durante la lettura). Sorretto da una scrittura fresca e scorrevole, il volume si addentra in un mondo che l’autore ha a lungo frequentato e del quale si mostra esperto conoscitore, mescolando al contempo conoscenza dei fatti e fantasia. I “sacri palazzi” qui si tingono di giallo, ma le vicende portano anche molto lontano da Roma, con un approfondimento di storia dell'arte alla scoperta dei “ritratti funerari del Fayum” (alcuni dei quali custoditi al British Museum di Londra). In particolare quello di “Isidora”, donna vissuta in Egitto nel primo secolo dopo Cristo anch’essa – come il sacerdote filippino - morta in circostanze misteriose secoli prima. Tra depistaggi, minacce, tempeste di sabbia e rivelazioni, le due indagini finiranno per intrecciarsi agli occhi del protagonista e del lettore.

Giornalista e scrittore, Alver Metalli ha iniziato la sua carriera a “A/74”, mensile di Comunione e Liberazione a Rimini. In seguito è diventato una delle firme di punta del settimanale “Il Sabato”, per il quale ha viaggiato a lungo in America Latina, dove tuttora risiede. Attualmente scrive per l’allegato “Vatican Insider” de La Stampa e dirige il blog di news e analisi dell’America Latina “Terre d’America”. Autore di numerosi saggi, dal 2001 s’impegna anche nell’attività di narratore: Isidora è il suo ottavo romanzo. Proprio questa “doppia anima” - di giornalista e romanziere – gioca un ruolo fondamentale nella riuscita della sua opera, che si rivela assolutamente godibile tanto per il lettore appassionato di thriller (ma non necessariamente esperto conoscitore dell’universo Vaticano), quanto per i conoscitori della Santa Sede, che non potranno non notare tra le righe uno sguardo alle rivoluzioni e ai temi caldi che la Chiesa sta attraversando e vivendo oggi.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa