home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Nastri d'Argento: vincono VirzìGenovese e Mainetti. Il "Manfredi" a Verdone

Nastri d'Argento: vincono Virzì Genovese e Mainetti. Assegnato Premio Manfredi

"Perfetti sconosciuti" è la commedia dell'anno. Accorsi miglior attore protagonista

Nastri d'Argento: vincono Virzì Genovese e Mainetti. Assegnato Premio Manfredi

TAORMINA  - Perfetti sconosciuti, commedia dell’anno, Lo chiamavano Jeeg Robot miglior esordio e, a due anni dai premi per Il capitale umano è ancora una volta Paolo Virzì con La pazza gioia il regista del miglior film ai Nastri d’Argento che premia anche le sue attrici, Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti, la sceneggiatura scritta dal regista con Francesca Archibugi e i costumi di Catia Dottori. Stefano Accorsi ottiene il Nastro come miglior attore protagonista per Veloce come il vento. Questo solo parte del Palmares della 70/ma edizione dei Nastri d’Argento, i premi del Sindacato Giornalisti Cinematografici che verranno consegnati stasera al Teatro Antico, una cerimonia, con madrina Matilde Gioli, che andrà in onda su Raiuno il 23 luglio e anticipata il 6 da uno speciale su Rai Movie.


 Tra gli altri premi, Jeeg Robot vince anche con il miglior attore non protagonista, Luca Marinelli. Greta Scarano è migliore attrice non protagonista per Suburra. Perfetti sconosciuti vincecon la canzone, interpretata da Fiorella Mannoia e, soprattutto, con il premio ai sette protagonisti del film, il Nastro collettivo che va a Anna Foglietta, Alba Rohrwacher, Kasia Smutniak, Giuseppe Battiston, Edoardo Leo, Marco Giallini e Valerio Mastandrea.


 Come già annunciato Non essere cattivo è il film dell’anno, mentre Veloce come il ventocon Matilda De Angelis, Premio Guglielmo Biraghi e Nastro per il montaggio a Gianni Vezzosi. Miglior soggetto dell’anno quello di Io e lei (Ivan Cotroneo, Francesca Marciano e Maria Sole Tognazzi). Pietro Valsecchi, vince il Nastro come miglior produttore per Chiamatemi Francesco, Quo vado e il contributo con il quale ha sostenuto Non essere cattivo. Suburra è premiato anche per la scenografia di Paki Meduri, vincitore anche per Alaska di Claudio Cupellini. Tra i premi tecnici ottiene altri riconoscimenti il film di Caligari Non essere cattivo, che vince il Nastro anche per il sonoro in presa diretta di Angelo Bonanni e per la fotografia di Maurizio Calvesi, premiato anche per Le confessioni di Roberto Andò. Sono state in tutto 48 le opere prime e 42 le commedie in selezione (a titolo di curiosità, 13 sono state firmate quest’anno da registi esordienti) in quest’edizione che si conclude con un palmarès particolarmente ricco di attori: oltre ai Nastri votati da 100 giornalisti è andato infatti a Carlo Verdone e Antonio Albanese Il "Premio Manfredi" condiviso con la famiglia di Nino e in particolare con la moglie Erminia.


 Il Nastro europeo - dopo quello internazionale consegnato a Roma, mesi fa, a Kevin Costner - premia Juliette Binoche per L'attesa di Piero Messina. Il Sindacato ha anche deciso di assegnare alcuni 'Nastri dei 70 annì, un premio che va quest’anno, con diverse motivazioni, a Giuseppe Fiorello e Massimo Popolizio (Paolo Borsellino e Giovanni Falcone in Era d’estate di Fiorella Infascelli), a Leo Gullotta che condivide il suo compleanno con i Nastri e lo riceve nel trentennale del premio a Giuseppe Tornatore per il suo film d’esordio Il camorrista. E un premio per il particolare impegno rispettivamente sul tema dei diritti civili e sul "caso Eternit" va, ancora, a Sabrina Ferilli (con Io e lei oltre la qualità dell’interpretazione un’autentica militanza prima della legge Cirinnà) e Marco D’Amore (Un posto sicuro). Temperini ha raccolto il voto online attraverso uno specifico indirizzo mail indicato sulla scheda di voto.
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa