WHATSAPP: 349 88 18 870

ROMA

Del Toro, un Escobar tra Dio e demonio

In sala il 25/8 esordio di Andrea Di Stefano con Josh Hutcherson

Del Toro, un Escobar tra Dio e demonio

ROMA, 7 AGO - Va detto che il Pablo Escobar raccontato in questo film e interpretato da Benicio del Toro ci mette un po' a mostrare la sua anima demoniaca. Fa simpatia. Perché gioca con i bambini, crede in Dio, ha una sua saggezza e ama la sua famiglia e, infine, fa anche del bene ai tanti poveri del suo Paese: la Colombia. Ma, alla fine, il capo del cartello di Medellin, il 'signore della droga' per eccellenza ucciso in Colombia nel 1993 raccontato in 'Escobar: Paradise Lost', debutto alla regia dell'attore italiano Andrea Di Stefano, mostra chi è davvero. E questo grazie al personaggio di Nick interpretato da Josh Hutcherson (Hunger Games), un canadese che si ritrova invischiato nel mondo della cocaina per amore della nipote della bella nipote del boss Maria (Claudia Traisac). Il film, già passato alla Festa del Cinema di Roma e in sala dal 25 agosto con la Good Film, nonostante la durata di due ore scivola bene e non ha zone d'ombra.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa