WHATSAPP: 349 88 18 870

ROMA

Mogol, 80 anni tra pensieri e parole

Da Battisti a Dylan a Pfm, ha attraversato storia della canzone

Mogol, 80 anni tra pensieri e parole

ROMA, 16 AGO - Il 17/8 Mogol compie 80 anni. Dal sodalizio con Battisti al rapporto con Dylan al Progressive, è il più celebre paroliere della canzone italiana. Negli anni '60 ha firmato tanti grandi successi, tra cui molte cover famose. Il Paradiso, Sono bugiarda, Sognando la California, Senza luce, Io ho in mente te, 29 settembre, A Chi, Ma che colpa abbiamo noi, E la pioggia che va, La spada nel cuore, Riderà, Se piangi se ridi, Una lacrima sul viso. Fu Mogol a convincere Battisti a cantare le proprie canzoni, vincendo le resistenze della discografia che riteneva quella voce così insolita poco adatta. Tra le sue traduzioni ci sono alcuni super classici di Dylan, Blowin'in the Wind (La risposta è caduta nel vento cantata da Tenco), Mister Tambourine Man (Mister Tamburino cantata da Don Backy) e Like a Rolling Stone (Come una pietra che rotola, cantata da Gianni Pettenati). Con Mauro Pagani è l'autore del testo di Impressioni di Settembre, il brano più celebre della PFM e probabilmente del Progressive Italiano.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa