WHATSAPP: 349 88 18 870

VENEZIA

Dal Messico un Alien porno contro i tabù

In concorso al Lido La region salvaje di Amat Escalante

Dal Messico un Alien porno contro i tabù

VENEZIA, 5 SET - Chiamarlo un film scandalo forse è eccessivo, ma La región salvaje del regista messicano Amat Escalante, in concorso alla Mostra di Venezia, ha sicuramente l'ambizione di voler essere un lavoro allegorico su una certa realtà messicana. Ci troviamo nella regione di Guanajuato, la più cattolica del Messico. E qui, non a caso, insieme a un meteorite approda sulla terra una sorta di Alien con tentacoli fallici. Questo mostro, nel luogo dove i tabù sono più forti e inossidabili, darà piacere a donne e uomini. Una sorta di rito pagano con una sacerdotessa, tutta terrena, Veronica, ragazza dagli appetiti sessuali insaziabili. Sarà lei a rompere il legame di un particolare triangolo, quello tra Angel, sposato con Ale, ma che nel frattempo ha una relazione con il fratello di lei Fabian. "Il film - ha detto il regista - è una visione della lotta per conquistare l'indipendenza da parte di una giovane donna nata e cresciuta in una cultura fortemente maschilista, misogina e omofoba".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa