WHATSAPP: 349 88 18 870

VENEZIA

Di Giacomo, al Lido vince documentario

'Liberami' conferma trend. Barbera, stop a barriere di genere

Di Giacomo, al Lido vince documentario

VENEZIA, 11 SET - E l'unica Italia che vince al Festival di Venezia alla fine è quella del documentario con Liberami di Federica Di Giacomo, miglior film ad Orizzonti. E non è certo la prima volta che a festival internazionali questo genere, considerato per troppo tempo di serie B, trova il suo giusto riscatto. Da Sacro Gra (vincitore proprio a Venezia ma nel concorso principale nel 2013) e Fuocoammare di Gianfranco Rosi (Orso d'oro al Festival di Berlino quest'anno) fino a Cesare deve morire dei fratelli Taviani (ancora a Berlino nel 2012). Alberto Barbera, direttore della Mostra, l'ha detto chiaramente: "Non ha più senso mantenere barriere tra documentario e film. Il termine stesso documentario è inadeguato, bisognerebbe trovarne uno nuovo. Tra l'Esorcista e Liberami non c'è poi tutta questa differenza in quanto a emozioni". Dello stesso parere la regista Di Giacomo, che nel ricevere il premio sottolinea: "Il confine tra documentario e fiction è sempre più labile, ma forse nel documentario oggi c'è più coraggio".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa