WHATSAPP: 349 88 18 870

ROMA

La vita possibile, un marito da fuggire

De Matteo, Festival di Venezia? Non mi hanno voluto

La vita possibile, un marito da fuggire

ROMA, 19 SET - ''C'è la violenza di un uomo, l'amicizia di una donna e l'amore di un bambino''. Lo descrive così, con queste poche parole, Ivano De Matteo La vita possibile, in sala da giovedì con Teodora. Dopo Gli equilibristi e I nostri ragazzi il regista romano torna a una storia di una famiglia difficile, con una donna Anna (Margherita Buy) in fuga con il figlio Valerio (Andrea Pittorino) da Roma a Torino da un marito violento. Ad accoglierli nel suo piccolo appartamento una fedele amica Carla (Valeria Golino). Qui Anna e Valerio dovranno ricostruire la loro vita, tra sensi di colpa e mille difficoltà cercando di ritrovare una nuova forma di vita. ''Non è vero che tutto è visto dagli occhi di Valerio, - spiega il regista - ma volevo raccontare questa volta, rispetto ai miei precedenti film, di una famiglia distrutta che cerca la sua redenzione''. Sulla mancata selezione a Venezia, spiega De Matteo : ''Ci ho provato, ma non mi hanno preso. Non ho fatto lo snob, sarei andato pure al Giardino degli aranci''.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa