WHATSAPP: 349 88 18 870

ROMA

Herzog nell'inferno dei vulcani

Vulcanologo Oppenheimer, rischi in Italia? Da Etna a Vesuvio

Herzog nell'inferno dei vulcani

ROMA, 16 OTT - ''Sono l'unico regista sano di mente che esiste, sto molto attento a non correre pericoli". Lo dice Werner Herzog, anche se ci sarebbe da dubitarne guardando il suo ultimo documentario, Into the inferno, viaggio intorno al mondo (dall'isola di Tanna nelle Nuove Ebridi, punto di partenza e di arrivo, alla Corea del Nord, dall'Etiopia, dove è necessaria una scorta armata, all'Islanda), fino ai crateri dei più maestosi (e pericolosi) vulcani del mondo. Nel film non fiction, nella selezione ufficiale della Festa di Roma e dal 28 ottobre disponibile su Netflix, a guidarlo c'è un appassionato vulcanologo di Cambridge, Clive Oppenheimer (autore di Eruptions that shook the world, che ha ispirato il film non fiction). Lo scienziato, che all'inizio dei suoi studi ha fatto rilevazioni a Stromboli, è molto contento di mostrare il film in Italia ''anche perché so bene quanto, soprattutto nel sud, abbiano familiarità con i vulcani. Basti pensare all'Etna o il Vesuvio, che rappresentano una minaccia per le popolazioni''.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa