WHATSAPP: 349 88 18 870

ROMA

Gilbert & George, l'arte sia libera

La coppia presenta film dell'81, essere 2 in 1 è la nostra forza

Gilbert & George, l'arte sia libera

ROMA, 17 OTT - "L'arte deve essere libera, è la risposta al bisogno di libertà di espressione". Da quel 1968 che vide nascere il loro sodalizio, Gilbert Prousch e George Passmore, noti come Gilbert & George, non hanno cambiato idea sull'arte e sull'impegno dell'artista, anzi sono sempre più anarchici. Intervistati dall'ANSA mentre sono a Roma per presentare al pubblico della Festa del Cinema The World of Gilbert&George (1981), i due artisti sono gli stessi "ragazzi" raccontati dalla storica pellicola, persa, ritrovata e ora restaurata dalla Cineteca Nazionale in collaborazione con Milestone Film&Video: in quelle immagini ci sono il loro lavoro come espressione del proprio io e la nascita di una nuova iconografia. Da due personalità hanno creato un'entità unica, che nella pratica artistica è inevitabilmente diventata più esuberante: "Essere due persone per un solo artista è sempre stato la nostra forza", spiegano poco prima di presenziare alla proiezione al Maxxi (il 18 all'Auditorium si raccontano al pubblico).

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa