WHATSAPP: 349 88 18 870

Oltre 100 artisti all’One Day Music il Primo maggio alla Plaia di Catania

Oltre 100 artisti all’One Day Music il Primo maggio alla Plaia di Catania

Un appuntamento, giunto alla 7ª edizione, che attirà migliaia di giovani
Oltre 100 artisti all’One Day Music il Primo maggio alla Plaia di Catania
CATANIA - Un evento di grande valore artistico e notevole impatto sul pubblico. Questa sarà, il primo maggio, l’edizione 2015 dell’One day music, la settima, che si svolgerà ancora una volta nella zona della Plaia e che è stata presentata nel corso di una conferenza stampa nel Palazzo degli elefanti alla presenza dell’assessore alla Cultura e al Turismo Orazio Licandro, dell’organizzatore Marco Palazzolo del Barbara Disco Lab, e di Pierangelo Spadaro e Giulio Ciccia, rispettivamente presidente e vicepresidente della Consulta giovanile del Comune.   Questa settima edizione dell’One Day Music si prsent quindi ancora più imponente, con dj di fama internazionale molto ricercati dal pubblico giovane. Anche quest’anno è èprevista musica per 24 ore, ben cinque aree musicali con oltre 100 artisti coinvolti, l’Heineken village, la scuola di windsurf, canoa/kayak per chi fra un ballo e l’altro vuole rilassarsi in spiaggia e un’area food anche per vegetariani. Il costo del biglietto in prevendita in box office, tabaccheria, agenzia di viaggio e altri punti vendita, costa 15 euro. «Un grande appuntamento - ha detto Licandro - con tanti importanti gruppi in uno scenario come quello della nostra Plaia, tra la magnifica vista dell’Etna da una parte e quella del mare dall’altra. Un appuntamento che da anni ormai attira migliaia e migliaia di giovani e che il Comune di Catania, in una logica di collaborazione con i privati, sostiene adesso con convinzione, perché questa lunga giornata di musica possa ancora di più incontrare il favore di larghe fasce giovanili».   «Questo - ha sottolineato Palazzolo - è diventato negli anni uno dei festival più importanti del panorama Italiano. Il progetto, nato nel 2009 per valorizzare la Plaia con una una festa che potesse stimolare la creatività e la cultura musicale, ha avuto una crescita di pubblico esponenziale. Dopo gli artisti internazionali del 2012, nel 2013 si sentì l’esigenza di spazi più ampi su cui allestire palchi imponenti, servizi e altre attività».   «Un momento importante - ha concluso Spadaro - in cui partecipazione giovanile e sinergia tra pubblico e privato per la prima volta si incontrano. One day music è una manifestazione sempre cresciuta negli anni e che meritava di trovare l’attenzione delle Istituzioni. Un giorno di divertimento, musica e senso di responsabilità».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa