home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Vasco Rossi a Messina ingorgo e pizzo sul parcheggio

Vasco Rossi a Messina ingorgo e pizzo sul parcheggio

Il racconto del pre e post concerto del rocker italiano di mercoledì scorso
Vasco Rossi a Messina ingorgo e pizzo sul parcheggio
Organizzare un evento al San Filippo di Messina “è tutto un equilibrio sopra la follia” canterebbe Vasco Rossi, citando la sua “Sally”. Mercoledì prima e dopo il concerto del rocker di Zocca, fuori dallo stadio si sono vissute scene di straordinario delirio. Sciami di motorini inseguivano gli automobilisti cercando di imporre il parcheggio a prezzi da vera e propria estorsione (fino a 20 euro). Si vagava in zone urbane sviluppatesi in modo selvaggio e disordinato, un caos di viuzze e traverse, con questi fastidiosi e insistenti moscerini che si muovevano impuniti. D’altro canto, di tutori dell’ordine pubblico, neanche l’ombra fino ai cancelli d’ingresso dello stadio. È soltanto l’inizio di una serata da incubo. Il culmine si raggiunge dopo il concerto. Con il lento deflusso dallo stadio dei 40mila spettatori. Si forma un interminabile serpentone di corpi sudati lungo l’unica via d’uscita dal complesso sportivo. Schiacciati e costretti a districarsi in una disordinata casbah di abusivi dell’“arrusti & mangia”, ambulanti del kebab e venditori improvvisati di birre ghiacciate. Quando si raggiunge l’auto si viene nuovamente assaliti dallo sciame di motorini, che questa volta t’infilano dal finestrino tshirt di Vasco: «ufficiali e scontate a un euro» urlano, ma è un “tarocco”. Comincia la coda per scappare da quel caos. È una illusione. Si resta subito intrappolati, senza poter avanzare d’un centimetro per due ore. Soltanto uscendo dalla zona dello stadio si vede un vigile urbano, donna. Fischia, gesticola, ma nessuno se ne accorge. Si scappa. Verso un’altra attesa, ma dai tempi più “umani” direbbe Fantozzi, ai caselli dell’autostrada. In passato, c’erano già state alcune avvisaglie in occasione di eventi al San Filippo. Tutte prontamente segnalate: due volte per concerti sempre di Vasco, poi per Ligabue. Il prossimo 18 luglio allo stadio San Filippo si preannuncia un bis per Jovanotti. Riuscirà finalmente la città di Messina a riscattarsi?

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa