WHATSAPP: 349 88 18 870

Tutti pazziper il «talent» MikaPienone al concertoal Teatro di Taormina

Tutti pazzi per il «talent» Mika Pienone al concerto al Teatro di Taormina

Tutti pazzi per il «talent» Mika Pienone al concerto al Teatro di Taormina

Sara, Elena, Federica, Annarita e decine di altre. Hanno dai 12 ai 18 anni e al Teatro Antico hanno trascinato genitori, cugini, amici: l’unica condizione richiesta la disponibilità a essere accompagnate fino a Taormina per assistere ieri sera al concerto di Mika. Sono le fan del cantautore anglo-libanese, in comune hanno la passione per lui e quella per X Factor, il talent attraverso il quale la maggior parte di loro lo ha conosciuto. Conoscono a memoria tutte le canzoni, hanno acquistato i biglietti già in aprile.

 

«Appena aperta la prevendita, il 2 aprile poco dopo le 10 avevamo i tagliandi in mano» racconta più di un genitore rassegnato, ma tutto sommato non troppo dispiaciuto di fare da chaperon alle figlie, e alle amiche di queste ultime. «Lo ascolto volentieri anch’io, le sue canzoni sono molto pop» dice infatti Paolo, che insieme alla moglie Irene, è partito da Aragona, nell’Agrigentino, per fare un regalo a Elena, la figlia 14enne, e a Marco, 16 anni. Da Caltagirone arriva Sara, impegnata nella missione impossibile di coinvolgere il cugino 22enne nella sua passione. Hanno 14 e 16 anni Federica e Annarita, compagne di scuola al liceo scientifico di Paternò. Occhi che brillano e un pizzico di incredulità.

 

«Non posso credere di essere qua e di poterlo vedere così da vicino», è l’adagio più ripetuto mentre osservano dalla quinta fila il palco ancora solitario sul quale campeggia un pianoforte a coda, una batteria, un punto percussioni, tre chitarre e un basso. Unica concessione di colore alla scenografia essenziale («Non mi piacciono gli schermi a led, prediligo le atmosfere del balletto a quelle dei concerti rock», confessava Mika già in fase di allestimento del tour) grandi girasoli gialli a sottolineare lo scenario naturale, e in bella mostra sopra il piano al quale, in ritardo rispetto all’ora stabilita, per le intemperanze delle giovanissime, Michael Holbrook Penniman Junior, in arte Mika, si è accomodato intonando il finale di Relax, secondo dei venti pezzi di una scaletta zeppa dei suoi successi, da Grace Kelly a Stardust, aperta da No place in heaven in un teatro sold out, definito da Mika «uno dei più belli del mondo».

 

Davanti a un pubblico delle grandi occasioni, tra cui il vincitore di X Factor Lorenzo Fragola (costretto a rintanarsi dietro al palco), e qua e là qualche adulto “non accompagnato”, Mika si è presentato di bianco vestito, con un paio di collane, compresa una con la mano di Fatima per ciondolo, e sneakers leopardate ai piedi, e non si è dato tregua dialogando a più riprese con il pubblico diventato parte di uno spettacolo che in tanti ricorderanno per un bel po’.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa