WHATSAPP: 349 88 18 870

La “dieta della mente” ecco gli ingredientiper rallentare il declinocognitivo legato all’età

La “dieta della mente” ecco gli ingredienti per rallentare il declino cognitivo legato all’età

La ricerca dell’Università di Chicago abbina la dieta mediterranea alla Dash

La “dieta della mente” ecco gli ingredienti per rallentare il declino cognitivo legato all’età

Tre porzioni di cereali integrali, una porzione di verdure a foglia verde, un altro ortaggio ogni giorno con un bicchiere di vino, uno spuntino quasi tutti i giorni con le noci, pollame e frutti di bosco, in particolare i mirtilli, almeno due volte a settimana e pesce almeno una volta. Da evitare invece, burro (meno di 1 cucchiaio al giorno), dolci e pasticcini, formaggio intero grasso, e cibi fritti o da fast food (meno di una porzione a settimana per qualsiasi dei tre). Ecco come con un regime alimentare corretto si può rallentare il declino cognitivo legato all’età, riducendo il rischio di sviluppare Alzheimer e “regalandosi” l’equivalente di 7,5 anni in meno a livello cerebrale se la si segue rigorosamente rispetto a chi la segue meno. A dimostrarlo è una ricerca del Rush University Medical Center pubblicata su Alzheimer’s & Dementia e svolta su 40 residenze per anziani a Chicago, nelle quali gli anziani sono stati seguiti con controlli annuali tesi a verificare il declino cerebrale e le abitudini alimentari. Il regime alimentare, composto complessivamente da 15 ingredienti e che gli studiosi hanno definito Mind Diet, dieta della mente, è una sorta di ibrido composto dalla dieta mediterranea, e dalla Dash Diet, approccio dietetico per fermare l’ipertensione. «La “dieta della mente” modifica quelle mediterranea e Dash per evidenziare gli alimenti e i nutrienti indicati nella letteratura scientifica come associati alla prevenzione della demenza- aggiunge- c’è ancora una grande quantità di studi che dobbiamo fare in questo campo e mi aspetto che faremo ulteriori modifiche». Ecco la lista dei cibi indispensabili per curare la mente:  

 

1. nocciole e mandorle  

Come la maggior parte della frutta secca contengono vitamina E, che è un antiossidante e serve a proteggere i neuroni dai danni ossidativi. Oltretutto, il gustoso frutto, contiene anche della vitamina B6, elemento adatto al corretto mantenimento dell’attività celebrale. Ovviamente, data l’ingente quantità di calorie apportata, è consigliabile consumarne una piccola dose giornalmente.  

 

 

 

 

2. Sardine  

Il pesce azzurro è ricco di acidi grassi essenziali della serie omega-tre. L’assunzione di quest’ultimi è fondamentale per combattere quei deficit cognitivi che possono avere origine varia. Infatti, in qualsiasi dieta equilibrata, viene inserito il consumo di pesce azzurro contente omega-tre.

3. Cacao

L’alimento tanto dolce e tanto amato da quasi tutti, ossia il cacao, rientra tra quei cibi che fanno bene alla mente. Infatti il cacao, è ricco di flavonoidi antiossidanti che prevengono i danni vascolari al cervello. Ovviamente è preferibile che l’assunzione del cacao riguardi quello allo stato quasi puro, come lo è il cioccolato fondente, perché le varianti del cacao possono contenere più conservanti che antiossidanti.  

4. Uova  

È risaputo che le uova facciano bene al nostro corpo grazie alle proteine che contengono. Non tutti sanno però, che le uova apportano un altro importante elemento che è la “colina”, una sostanza utile al rafforzamento della memoria centrale e il cervello. Da recenti studi si è evinto, oltretutto, che la colina è in grado di aumentare le dimensioni dei neuroni.  

5. Tè verde  

La bevanda tanto usata per depurare il corpo dagli eccessi alimentari, contiene, anche la catechine. Tale sostanza stimola la produzione di nuovi neuroni (neurogenesi) nell’ippocampo. Questo processo serve a rafforzare la parte della memoria che converte i ricordi da breve a lungo termine. A parte, il beneficio a livello celebrare, il tè verde è ricco di antiossidanti, utili per combattere l’invecchiamento.  

6. Avocado  

L’esotico frutto, contiene i cosiddetti grassi monoinsaturi, la cui funzione è quella di tenere sotto controllo la circolazione sanguigna. Quest’ultima, è la responsabile del corretto funzionamento della mente.  

 

7. Mirtilli  

«I mirtilli sono uno degli alimenti più potenti in termini di protezione del cervello» spiega Martha Clare Morris, che ha sviluppato con alcuni colleghi la dieta. I mirtilli apportano dei benefici relativi alla protezione della corteccia celebrale. Il succo di mirtillo viene usato per alleviare crampi che possono provenire da una tensione del sistema nervoso. 

 

 

8. Curcuma  

Oltre ad avere centinaia di usi terapeutici, questa spezia esotica aiuta anche a rafforzare la memoria e stimolare la produzione di nuove cellule cerebrali. La curcuma ha proprietà antiossidanti, anti-infiammatorie ed è stato dimostrato che può calmare l’infiammazione delle cellule cerebrali e nervose. Come se non bastasse la curcuma aiuta a inibire l’accumulo di beta amiloidi distruttivi nel cervello dei malati di Alzheimer. La curcuma può essere gustata con un piatto unico di verdure fresche e riso saltati in padella.  

9. Cereali integrali  

I cereali integrali aiutano a mantenere il cervello sano, perché sono ricchi di carboidrati complessi, fibre e acidi grassi come gli omega 3 che contrastano i danni provocati dai picchi di zucchero e dai coaguli di sangue. I cereali integrali con un basso indice glicemico, come orzo e bulgur, rilasciano il glucosio più lentamente nel flusso sanguigno e questo aiuta a mantenere che una costante fornitura di energia al cervello. Tutto questo contribuisce a mantenere il buon umore. Un ottimo modo per mangiarli è all’interno di cremose zuppe di verdure. 

10. Ceci  

La combinazione di carboidrati complessi contenuta nei ceci aiuta ad alimentare il cervello e mantiene svegli. I ceci sono, infatti, ricchi di magnesio che svolge un ruolo chiave nel metabolismo energetico aiutando i recettori delle cellule del cervello a velocizzare la trasmissione dei messaggi neuronali. Il magnesio aiuta anche a rilassare i vasi sanguigni, permettendo più flusso di sangue al cervello. I ceci possono essere usati per preparare l’hummus. Un’ottima salsa fatta con ceci macinati, succo fresco di limone, tahini, aglio tritato, olio d’oliva, sale e acqua.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa