home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

In Sicilia: dopo Torino - Islanda in bici il nuovo progetto di Gabriele Saluci

In Sicilia: dopo Torino - Islanda in bici il nuovo progetto di Gabriele Saluci

Il viaggio in moto "social": «A decidere le nostre tappe sono i nostri follower»

Un viaggio “social”, all’interno del quale percorrere il periplo della Sicilia in moto, definendo le varie tappe sulla base dei suggerimenti dei “followers”, proponendo loro ogni giorno video e illustrazioni. Questo il progetto “In Sicilia” proposto dal “globetrotter” siciliano Gabriele Saluci e dall’art director torinese Luca Sgabossa partito nella giornata di ieri.

Gabriele ha 25 anni, è originario di Gela, dove ha passato l’infanzia e l’adolescenza, e oggi, quando non è in giro per il mondo, vive a Torino, dove sta ultimando il corso di laurea in Comunicazione Interculturale. Da alcuni anni ha intrapreso l’attività di viaggiatore a tempo pieno, documentando “imprese” come “Torino – Islanda in bici” (oltre 100.000 visualizzazioni) con attività di blogging e mediometraggi che gli hanno consentito, con il passare del tempo, di attirare l’attenzione di enti e aziende che oggi sponsorizzano le sue attività.

«Ho iniziato quasi per gioco. All’inizio mi seguivano solo gli amici ma poi, col tempo i “follower” sul blog e su youtube sono diventati migliaia e lì si sono iniziati a fare vedere i primi sponsor». Negli ultimi tempi Gabriele è stato in Tailandia, dove ha realizzato un documentario per il canale “Marco Polo” e poi, per conto di “volagratis” in Mongolia, dove ha raccontato il suo viaggio in treno sulla linea transmongolica. «Non si tratta esattamente di un lavoro – ci spiega ancora – ma in qualche modo oggi riesco a sopravvivere. In ogni caso, soprattutto, riesco a viaggiare, la mia grande passione».

 

 

Certo, rispetto a imprese come “Torino – Sahara in bici” (due mesi di pedalate in solitaria per quasi 4.000 km) questo nuovo viaggio in Sicilia potrebbe apparire una “passeggiata”, ma a rendere interessante il tutto è la leggerezza che contraddistingue i video e, soprattutto, l’idea di un vero e proprio “viaggio 2.0”. «Ogni giorno – continua Gabriele – proponiamo una diretta sulla piattaforma “Periscope”, che consente agli utenti di essere aggiornati sulle attività e interagire con domande in tempo reale. Le dodici tappe vengono poi raccontate in maniera un po’ più articolata su youtube».

Sebbene le precedenti avventure lo abbiano visto viaggiare da solo, stavolta assieme a Gabriele c’è Luca Sgabossa, giovane docente allo Ied di Torino con la passione per i viaggi. «Questo in Sicilia – ci spiega - è il primo itinerario che facciamo assieme. Da parte mia, mi occupo di fare delle illustrazioni che diventano la “copertina” delle varie tappe. Nell’era di internet parlare di illustrazioni con fogli e china può apparire un po’ anacronistico, ma in realtà a intrigare è proprio il contrasto con un mondo, quello degli appunti di viaggio, che sembrerebbe essere scomparso».

I due hanno già fatto tappa a Ragusa e si trovano oggi a Siracusa. «Quasi sicuramente - spiega ancora Gabriele - ci fermeremo nella zona dell’Etna per poi passare da Messina e spostarci verso la costa nord. Tappe molto probabili – ma dipende anche da cosa ne pensano i nostri follower - saranno le Saline a Marsala e Agrigento» insomma, un itinerario classico ma vissuto con uno spirito che coinvolge molti giovani.

Il futuro? «A settembre – conclude Gabriele - ho in programma di fare un viaggio da Milano ad Amalfi a bordo di una Ape Piaggio. Il mio sogno, tuttavia, rimane un “giro del mondo in Vespa”, che spero prima o poi di coronare». 

 

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa