WHATSAPP: 349 88 18 870

Venezia glamour: party vip e diffusi tra Lido e “palazzi”

Venezia glamour: party vip e diffusi tra Lido e “palazzi”

Venezia glamour: party vip e diffusi tra Lido e “palazzi”
ROMA. Un salto a campo S. Samuele, un altro a San Marco, poi alla Giudecca e alla chiesa sconsacrata di San Clemente: tante feste e tanti luoghi. Almeno sulla carta party e glamour non mancheranno alla 72/ma Mostra del cinema di Venezia (2-12 settembre) con la sensazione che quest’anno più che nelle precedenti edizioni è anche oltre il Lido che bisognerà andare. Se infatti già lo scorso anno la maggior parte degli eventi erano concentrati a PalazzinaG, l’hotel di lusso accanto a Palazzo Grassi, primo hotel realizzato da Philippe Starck in Italia, quest’anno oltre a quella location (che va avanti nonostante la morte prematura del manager Gianluca Garosci) varie altre se ne aggiungono in città. Mentre al Lido ci sono quelle istituzionali nella spiaggia dell’Hotel Excelsior, le cene di apertura e chiusura, i party alla Villa degli Autori per i Venice Days, e i party al Villa Laguna e nella nuova location Davidia sul Lungomare. Insomma, a voler cercare una definizione, è l’anno dei party diffusi. La moda, da tempo dominatrice, semsempre a Venezia, si brinda con Grey Goose e Vanity Fair per Fly Beyond: ad animare la serata le musiche del Dj Set di Nicola Zucchi e del duo The Dolls, composto dalla Dj Mia Moretti e dalla violinista Margot, che per la prima volta suoneranno insieme in Italia. Il 5 mentre i protagonisti di uno dei film più attesi, Danish Girl con Eddie Redmayne, avranno una cena riservata al Marriot, alla Giudecca al Bauer Palladio si brinda con il Luce-Cinecittà e Vanity alla One Night Exhibition per una serata in stile Studio 54 in onore del film di Yvonne Sciò sulla fotografa di moda Roxanne Lowit e al St. Regis Palace all’isola di San Clemente ci si incontra per il party Being the protagonist organizzato da Franca Sozzani direttore de L’Uomo Vogue. Domenica 6 settembre a volte ritornano: è il caso di Ursula Andress cui Vanity dedica un party tributo al Cipriani alla Giudecca. Stessa sera, ma al Tenda Beach dell’Excelsior il premio Kineo cui sono attesi tra gli altri Rupert Everett e Nastassja Kinski. Lunedì Michelle Hunziker (e Tomaso Trussardi) con Giulia Bongiorno raccolgono fondi alla Palazzina G per la onlus Doppia Difesa. Stessa location la sera dopo per Anomalisa di Charlie Kaufkman, mentre la Terrazza Biennale ospiterà la premiazione di Starlight Cinema Award e al Davidia GQ on the Beach si terrà il party per Marco Bellocchio (nella prima foto) e il suo Sangue del mio sangue. L’8 settembre nella spettacolare location del Centurion affacciata sul Canal Grande il premio Diva e Donna che festeggia con Maria Grazia Cucinotta, Valeria Marini i 10 anni della rivista. Il 9 settembre il premio Jaeger LeCoultre a Palazzina G è in onore di Brian De Palma, mentre lì accanto si apriranno le porte di Palazzo Grassi per il documentario su Venezia Pop di Antonello Sarno dedicato alla Biennale d’Arte. La chiusura il 12 ancora sulla spiaggia dell’Excelsior mentre appuntamenti decisamente più avvicinabili sono sparsi al Lido nelle ultime sere. Ma quello veramente già sold out è l’11 intorno alla sala Darsena quando arriverà Vasco Rossi (nella foto a sinistra) per il film Il decalogo di Vasco. ALESSANDRA MAGLIARO parte, spostandosi da un posto all’altro e così si collezionerà infine il pasto. E per saltare la fila i tappeti blu nei party che contano (ma anche in aeroporto) per lanciare l’app UFirst tra ospiti e turisti. Tra gli eventi principali: martedì, prima che tutto comici, Variety conferma l’evento, intitolato Spaces, all’Hotel Danieli, dedicato quest’anno al presidente di giuria Alfonso Cuaron, mentre mercoledì 2 settembre l’appuntamento è unico ossia la cena ufficiale inaugurale sulla spiaggia dell’Hotel Excelsior al termine della prima di Everest. Giovedì 3 c’è ampia scelta: a Palazzina G a Venezia c’è l’ebra essere meno protagonista o perlomeno mediata dalle riviste di moda, da Vanity a L’Uomo Vogue. Tante star internazionali in arrivo, come Robert Pattinson e Tilda Swinton, avranno feste loro dedicate e anche le esclusive gift room (al Centurion, a Palazzina G e quella di PrimopianoCinetv alla Venice Movie Star). Leit motiv è la lista invitati super ristretta, è finito il tempo dei posti in piedi e i budget sono sempre più all’osso, e cosi per gli ospiti più richiesti la cena arriva a fine serata: una tartina là, tre food finger di qua, un piatto gigantesco con uno scenografico solitario scampetto di laguna da un’altra vento per Spotlight di Thomas Mc- Carthy e si possono incontrare Mark Ruffalo, Stanley Tucci e la top model Hilary Rhoda celebrata dal party firmato Chopard, a Villa Laguna che ha una spettacolare vista sul Canal Grande gli spazi della Venice Movie Stars saranno aperti per un grande festa di Mediaset Premium, mentre in una location da definire farà il suo debutto alla Mostra del cinema il magazine di moda Lampoon, mentre le donne di Miu Miu Women’s Tale saranno a cena a Cà Corner. Il 4 doppio evento a PalazzinaG, prima la cena in onore dell’attrice australiana Radha Mitchell per la quale è atteso Cameron Silver il fondatore di Decades-Dukes of Melrose, la boutique vintage di Los Angeles, tra i protagonisti del fashion bix americano e poi il party Moet & Chandon e Chopard con Robert Pattinson e Berenice Bejo per The Childhood of a Leader. Non basta: si chiude all’Harry’s Dolci per festeggiare il film dedicato ad Arrigo Cipriani, mentre sulla terrazza dell’Hotel Westin Europa & Regina, sempre a Venezia, si brinda con Grey Goose e Vanity Fair per Fly Beyond: ad animare la serata le musiche del Dj Set di Nicola Zucchi e del duo The Dolls, composto dalla Dj Mia Moretti e dalla violinista Margot, che per la prima volta suoneranno insieme in Italia. Il 5 mentre i protagonisti di uno dei film più attesi, Danish Girl con Eddie Redmayne, avranno una cena riservata al Marriot, alla Giudecca al Bauer Palladio si brinda con il Luce-Cinecittà e Vanity alla One Night Exhibition per una serata in stile Studio 54 in onore del film di Yvonne Sciò sulla fotografa di moda Roxanne Lowit e al St. Regis Palace all’isola di San Clemente ci si incontra per il party Being the protagonist organizzato da Franca Sozzani direttore de L’Uomo Vogue. Domenica 6 settembre a volte ritornano: è il caso di Ursula Andress cui Vanity dedica un party tributo al Cipriani alla Giudecca. Stessa sera, ma al Tenda Beach dell’Excelsior il premio Kineo cui sono attesi tra gli altri Rupert Everett e Nastassja Kinski. Lunedì Michelle Hunziker (e Tomaso Trussardi) con Giulia Bongiorno raccolgono fondi alla Palazzina G per la onlus Doppia Difesa. Stessa location la sera dopo per Anomalisa di Charlie Kaufkman, mentre la Terrazza Biennale ospiterà la premiazione di Starlight Cinema Award e al Davidia GQ on the Beach si terrà il party per Marco Bellocchio (nella prima foto) e il suo Sangue del mio sangue. L’8 settembre nella spettacolare location del Centurion affacciata sul Canal Grande il premio Diva e Donna che festeggia con Maria Grazia Cucinotta, Valeria Marini i 10 anni della rivista. Il 9 settembre il premio Jaeger LeCoultre a Palazzina G è in onore di Brian De Palma, mentre lì accanto si apriranno le porte di Palazzo Grassi per il documentario su Venezia Pop di Antonello Sarno dedicato alla Biennale d’Arte. La chiusura il 12 ancora sulla spiaggia dell’Excelsior mentre appuntamenti decisamente più avvicinabili sono sparsi al Lido nelle ultime sere. Ma quello veramente già sold out è l’11 intorno alla sala Darsena quando arriverà Vasco Rossi (nella foto a sinistra) per il film Il decalogo di Vasco.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa