home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

ROMA

Confcommercio, spese obbligate in calo

Dopo ventennio crescita,spesa 7mila euro procapite,40,9% consumi

Confcommercio, spese obbligate in calo

ROMA, 18 AGO - Dopo un ventennio di crescita (+5,3 punti percentuali tra il 1995 e il 2014), la quota di spese obbligate, pur rimanendo l'aggregato più significativo, diminuisce di un punto percentuale (passando dal 41,8% del 2014 al 40,9% del 2017) a causa soprattutto di una decisa riduzione dei prezzi degli energetici e dei servizi finanziari. E' quanto emerge da un'analisi dell'Ufficio Studi di Confcommercio sulle spese obbligate delle famiglie tra il 1995 e il 2017. Nel 2017 - evidenzia l'analisi - quasi il 60% delle spese obbligate pro capite (pari complessivamente a 7.070 euro) sarà destinato dall'abitazione (4.100 euro); all'interno dei consumi commercializzabili (oltre 10.200 euro pro capite nel 2017), determinati dalle scelte di spesa individuali, i servizi hanno assunto un ruolo sempre più significativo, anche se il 64% è assorbito dai beni. Continua infine il calo della quota destinata agli alimentari, ma questa voce aumenta nei valori pro capite (2.608 euro nel 2017).

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa