WHATSAPP: 349 88 18 870

Shopping natalizio,crescono in reteacquisti e truffe:ecco come difendersi

Shopping natalizio, crescono in rete acquisti e truffe: ecco come difendersi

E’ corsa ai regali online, ma attenzione ai raggiri, l’Italia è quarta in Europa

Shopping natalizio, crescono in rete acquisti e truffe: ecco come difendersi

Lo shopping natalizio online non è più cosa di pochi. Lo dimostrano i dati del Black Friday, il giorno successivo al Thanksgiving Day che segna l’inizio della stagione di Natale. Nel ‘venerdì nero’ di quest’anno hanno fatto acquisti online 103 milioni di statunitensi contro 102 milioni che hanno comprato nei negozi fisici. A certificare il sorpasso della spesa online su quella tradizionale l’associazione commercianti Usa. I dispositivi mobili hanno trainato la tendenza: oltre la metà degli acquisti online è stata fatta da smartphone o tablet. Il crescente interesse per lo shopping in Rete è confermato dai dati del Cyber Monday, la giornata di sconti online nata nel mondo anglosassone ma che ormai è diventato un appuntamento a livello globale, che quest’anno ha fatto registrare un’impennata del 31% negli acquisti. Crescono gli acquisti online e con essi anche le truffe. La società di sicurezza iSight ha rilevato un aumento di spam e phishing rivolte ai consumatori a caccia di offerte. In rete ci sono false copie di popolari applicazioni per lo shopping con lo scopo di rubare i dati delle carte di credito. Secondo un rapporto di Threatmetrix già all’inizio del 2015 sono aumentati gli attacchi ai rivenditori online, con 45 milioni di tentativi di frode solo negli ultimi tre mesi. L’Italia non è immune al rischio: secondo dati Check Point Technologies è il quarto Paese europeo più colpito da malware.  

 

Per evitare di cadere nelle maglie dei cybercriminali, è fondamentale attenersi ad una regola che vale anche per gli acquisti effettuati nei negozi fisici: ovvero tenersi alla larga dai prodotti scontatissimi, in particolare alle offerte di prodotti a prezzi stracciati che arrivano con mail non richieste. Sophos, società leader a livello mondiale nel settore della sicurezza informatica, offre alcuni suggerimenti per difendersi dalle truffe. «Se sembra troppo bello per essere vero, significa che È troppo bello per essere vero». E’ il principio guida dello smart shopper. Inoltre, è bene non fornire mai dati sensibili (numero di carte di credito) ai fini dell’acquisto su un sito che non usa una connessione sicura. Non bisogna lasciarsi ingannare dalle immagini di lucchetti nella pagina: il lucchetto va cercato nella barra delle Url del proprio browser.  

 

Altra regola: evitare di cliccare sui link inseriti in messaggi mail il cui mittente non è sicuro e riconosciuto. Questi link indirizzeranno l’utente a siti civetta o a siti che lo infetteranno con dei malware. Sospettare dei siti che richiedono troppe informazioni, normalmente non utilizzate online, come il pin della carta di credito o il numero del documento d’identità.  

 

Usare una buona password e non condividerla mai. Controllare costantemente il proprio estratto conto e verificare regolarmente le transazioni che avvengono sul proprio account bancario.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa