WHATSAPP: 349 88 18 870

Saldi al via anche in Sicilia: sarà corsa all'abbigliamento

Saldi al via anche in Sicilia: sarà corsa all'abbigliamento

Secondo Federconsumatori, la spesa si aggirerà sui 180 euro a famiglia, come lo scorso anno

Saldi al via anche in Sicilia: sarà corsa all'abbigliamento

 Saldi al via, da domani in quattro Regioni tra cui la Sicilia  e il 5 gennaio in tutte le altre Regioni. Secondo le stime dell'Ufficio Studi di Confcommercio ogni famiglia spenderà 346 euro per l'acquisto di capi d'abbigliamento, calzature ed accessori (il 3% in più rispetto all'anno scorso), per un valore complessivo di 5,4 miliardi di euro. Aumenterà anche la percentuale dei consumatori che acquisteranno prodotti in occasione: il 55% contro il 51% del gennaio 2015. Secondo il consueto sondaggio sui saldi realizzato da Confcommercio e Format Research, è in crescita la percentuale degli italiani che considera "importante" il periodo dei saldi.

 

Le preferenze vanno come da tradizione ai capi di abbigliamento (94,1), calzature (72,8), accessori (30,7) e biancheria intima (26,4). In leggera flessione gli articoli sportivi (17,7) e i prodotti di pelletteria (17,5). Attendono i saldi per acquistare qualsiasi tipo di prodotto soprattutto le donne, i consumatori in età superiore ai 45 anni, residenti nelle grandi aree metropolitane e nelle regioni del Mezzogiorno, le famiglie. Gli italiani, sottolinea l'associazione dei commercianti, stanno ricominciando a dare maggiore importanza alla qualità dei prodotti rispetto al prezzo.

 

Aumenta significativamente la percentuale dei consumatori che si sentono tutelati acquistando a saldo (sale dal 62,1% dei saldi di gennaio 2015 al 65%), mentre scende lievemente la percentuale dei consumatori che ritiene che acquistare presso i siti internet sia più conveniente piuttosto che non l'acquisto nei punti di vendita tradizionali. 

 

 "I saldi di inizio d'anno sono un salvagente per le tasche dei siciliani: il 48% delle famiglie approfitterà degli sconti per rifornirsi dei prodotti di prima necessità, soprattutto di capi d'abbigliamento". È la stima di Federconsumatori resa nota dal vice presidente regionale dell'associazione, Salvo Nicosia. "In base ai dati dell'Osservatorio Nazionale Federconsumatori - rivela Nicosia - la spesa si aggirerà sui 180 euro a famiglia, esattamente come lo scorso anno. La situazione in cui si barcamenano i siciliani è di 'galleggiamentò: non si spenderà di più, ma ci sarà un leggero ampliamento del numero di famiglie che acquisteranno a saldo: saranno circa 700mila quelle che approfitteranno degli sconti, mettendo in moto un giro di affari di circa 1 milione di euro nell'isola".

 

"Nessuna impennata delle vendite durante i saldi invernali 2016 che partiranno il prossimo 2 gennaio, ma spesa resta stabile rispetto al 2015". È invece la previsione del Codacons. In base a un'indagine realizzata dall'associazioni di consumatori "quest'anno quasi il 40% approfitterà dei saldi, ma con acquisti mirati e un budget che resterà sostanzialmente stabile rispetto allo scorso anno, attorno ai 140 euro a famiglia". Secondo il Codacons "alla base della mancata ripresa delle vendite, l'eccessiva vicinanza tra le feste natalizie e la partenza dei saldi". 

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP