WHATSAPP: 349 88 18 870

ROMA

Crisi morde lavoratori stranieri, -6%

Indagine consulenti, da 2009 a 2014 italiani perdono 2%

Crisi morde lavoratori stranieri, -6%

ROMA, 6 AGO - Gli stranieri pagano il conto più salato della crisi: tra "il 2009 e il 2014", infatti, il tasso di occupazione degli immigrati nella Penisola "è sceso di 6 punti percentuali, rispetto ai 2 persi dagli italiani". I maggiori effetti negativi al Nord, dove si è passati "dal 68% di persone in attività del 2008 al 59% del 2014". Lo rivela l'indagine dell'Osservatorio statistico dei consulenti del lavoro, fornita all'ANSA, in cui si sottolinea che "negli ultimi 10 anni gli stranieri sono più che raddoppiati salendo da 2,2 milioni nel 2005 a 4,9 nel 2015" e ad aver preso la residenza italiana è stato "l'8,3% rispetto al 3,9% iniziale".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP