WHATSAPP: 349 88 18 870

Migliora il deficit, sale il potere d'acquisto delle famigli

Migliora il deficit, sale il potere d'acquisto delle famigli

Il rapporto tra il deficit e il Pil nel secondo trimestre 2016 è stato pari allo 0,2%, in miglioramento di 0,7 punti percentuali su base annua. Lo rileva l'Istat evidenziando che si tratta del livello più basso dal secondo trimestre 2007. Guardando al dato cumulato, relativo al primo semestre dell'anno, l'indebitamento netto si è attestato al 2,3% del Pil, anche in questo caso in calo a confronto con lo stesso periodo dell'anno precedente (era al 3,0%). Scende anche la pressione fiscale, al 42,3%, -0,4 punti in un anno. Nello stesso periodo sale invece il potere d'acquisto delle famiglie che è aumentato dell'1,1% sui tre mesi precedenti e del 2,9% sull'anno. Anche in questo caso il dato tendenziale è il migliore dal secondo trimestre del 2007. La crescita è aiutata dall'andamento dei prezzi, ma sale anche il reddito disponibile, che rappresenta il valore nominale (1,3% sul trimestre e +2,8% su base annua). In aumento anche la propensione al risparmio delle famiglie consumatrici, al 9,6% (+0,9% sul trimestre precedente e +1,4% sullo stesso periodo del 2015), valore più alto dal 1/o trimestre del 2010.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

Catania, sventata rapina a Tir, sei arresti

 
Comiso, ecco il piromane del Comune

 
Santa Maria di Licodia: scardinano bancomat: arrestati

 

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa