home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Export, torna a crescere il made in Sicily: +37% rispetto al 2016

A tirare la volata soprattutto coke e prodotti petroliferi raffinati, ma trend molto positivo anche per le attività manifatturiere e i prodotti da cave e miniere

Export, torna a crescere il made in Sicily: +37% rispetto al 2016

PALERMO - Torna a crescere l’export made in Sicily. Nel primo trimestre 2017 le vendite all’estero provenienti dall’isola fanno un balzo in avanti del 37,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Secondo l'Istat, tra gennaio e marzo sono state esportate merci dalla Sicilia per un valore complessivo di 2,3 miliardi di euro contro 1,6 miliardi di euro fatturati nei primi tre mesi del 2016.

 

La Sicilia, insieme con la Sardegna (+79%), registra una delle migliori performance a livello nazionale. A certificare la crescita è l’ufficio studi di Unioncamere Sicilia che ha rielaborato i dati Istat sull'export del primo trimestre 2017. Tra le province siciliane che più hanno contribuito alla crescita tendenziale delle esportazioni regionali si segnalano Siracusa (+56,49%), Messina (+49,54%) ed Enna (+49,11%). Segno meno soltanto a Palermo (-19,25%) e Caltanissetta (-17,45%).

 

A livello merceologico a tirare la volata dell’export siciliano sono in particolare coke e prodotti petroliferi raffinati per un valore complessivo di merce esportata pari a 1,3 miliardi di euro e in crescita del 60,45%. Trend positivo anche per le attività manifatturiere (41,46%), i prodotti dell’estrazione di minerali da cave e miniere (+38,6%) e agricoltura, silvicoltura e pesca (+2,23%). 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO