home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Enna, dal 1° settembre può rinascere finalmente viale Savoca

Ultimati gli adempimenti burocratici, l'iter ora è completo e la ditta avvia i lavori di ricostruzione

Enna, dal 1° settembre può rinascere finalmente viale Savoca

Venerdì 1 settembre è un giorno che gli ennesi cerchieranno in doppio rosso, perchè è la data programmata per consegnare i lavori alla ditta che dovrà ricostruire il viale Savoca. Anche l'ultimo adempimento, quello della verifica definitiva delle autocertificazioni presentate dalla ditta che si è aggiudicata i lavori, è stato completato dal dipartimento di Protezione civile ed in particolare dal responsabile unico del procedimento, l'architetto Vigore il quale ha spiegato che alla vigilia di Ferragosto sono finite le verifiche dell'impresa e si è proceduto all'aggiudicazione definitiva inviata a Palermo, al Dipartimento, che adesso dovrà decidere se si potrà procedere ad una consegna sotto riserva di legge facendo cioè il contratto dopo la consegna. Da qui l'idea di individuare come prima data utile quella di venerdì 1 settembre o al massimo pochi giorni dopo ma è ormai una formalità.

Sarà una giornata importante per una città che attende questo momento dal 1° novembre 2015 quando, cioè, a causa delle piogge di quelle settimane scivolò giù a valle parte del viale Savoca senza, per fortuna, provocare feriti. Dei danni furono però subiti da alcuni residenti di quella zona che ancora oggi vivono con l'ansia e con la speranza che si possa presto tornare alla normalità. Da quel momento si attivò subito la macchina per la ricostruzione del viale Savoca ed il primo atto fu quello del Comune che dichiarò lo stato di calamità giungendo poi al finanziamento di 1,5 milioni elargito dal Consiglio dei ministri e dalla Protezione civile.

I frutti di tutto questo lavoro sembrano adesso pronti per essere raccolti come auspicato dal sindaco Maurizio Dipietro: «Ringrazio il capo del Dipartimento regionale di Protezione civile, l'ing. Foti, ed il Rup l'arch. Vigore per avere lavorato e completato l'iter necessario in tempi celeri». Dipietro spiega inoltre che «la riapertura di quella strada è di fondamentale importanza per la nostra città. Abbiamo creduto sin dall'inizio della bontà della scelta di affidarci alla Protezione civile e adesso sono certo che con l'inizio dei lavori, presto finiranno i disagi per la nostra comunità. Noi continueremo a lavorare per dare sicurezza alle nostre pendici come, ad esempio, stiamo già facendo in questi giorni per quelle sulla Sp 51».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO