home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Raccomandata giunge a destinazione 19 anni dopo

La vicenda ha come protagonista un insegnante di Aidone dal '97 trasferito a Piazza Armerina. E dire che la missiva doveva percorrere un tragitto di appena 60 metri

Raccomandazione giunge a destinazione 19 anni dopo

Piazza Armerina ( Enna) - Ha impiegato 18 anni, 9 mesi e 19 giorni la raccomandata, spedita il 20 gennaio 1999, e “recapitata” adesso al suo destinatario. Una storia grottesca, se si pensa che la missiva doveva percorrere un tragitto di appena 60 metri. E’ questa infatti la distanza tra il luogo da dove è partita, l’Itis “Majorana” di Piazza Armerina e l’abitazione del destinatario, il prof. Angelo Gallotta, aidonese, dal dicembre 1997 trasferito nella Città dei Mosaici, in via D’Annunzio n. 64. Paradossalmente a poche decine di metri dalla scuola. Gallotta aveva lavorato nell’Istituto nel 1997. All’epoca, precario, aveva svolto in questa scuola supplenze brevi; nel 1999, invece, ha insegnato all’Agrario di Aidone e, dal 2006 al 2015, al Commerciale di Piazza Armerina. All’Itis, aveva richiesto un certificato di servizio per la disoccupazione.

Cosa è avvenuto?

«La raccomandata, datata 20/01/1999, è stata inviata al mio vecchio indirizzo di Aidone, contrada Canalotto, ma sicuramente è stato detto al postino che io non abitavo più lì; infatti sulla raccomandata si vede l’indirizzo aidonese tagliato e l’aggiunta dell’indirizzo piazzese, accanto al quale compare un’altra data: 20/02/1999».

Ma a chi imputare l’inefficienza del mancato recapito della raccomandata?

«La mente corre subito all’ufficio postale - spiega Gallotta - ma in realtà si tratta di un disservizio della scuola perché se fosse dipeso dalle poste la raccomandata mi sarebbe stata recapitata dal postino. Invece ne sono venuto a conoscenza solo per caso».

Dov’era finita?

«Nel mio fascicolo personale. Giorni fa, ero andato a scuola per cercare la documentazione al fine della ricostruzione del Tfr, e con mia grande meraviglia ho trovato la raccomandata dentro il mio fascicolo. Sicuramente il postino non avendo potuto consegnare la raccomandata al mio indirizzo di Aidone, l’avrà rispedita al mittente, ritornandola a scuola; nessuno si è però premurato di rintracciarmi, anzi il plico è rimasto conservato per tutto questo lungo tempo».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO