home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Enna, chiude l'unico cinema: appello per salvarlo

Il direttore del GriVi chiede che si sottoscrivano 1.000 abbonamenti per non perdere « un luogo di cultura oltre che di aggregazione» 

Enna, chiude l'unico cinema: appello per salvarlo

ENNA - A Enna chiude il GriVi, l’unico cinema del capoluogo. Da qualche anno trasformato in cineteatro, era stato riaperto nel 2008 dopo 8 anni di chiusura. Il legale rappresentante e direttore del GriVi, Cettina Emmi, ha lanciato un appello alla città chiedendo di sottoscrivere 1000 abbonamenti per salvare il cinema. «E' un luogo di cultura oltre che di aggregazione - dice la Emmi -. Sarebbe una grave perdita, per questa città, fare a meno del'unico cinema». 

La progettazione per la costruzione di un cinema su di un vasto terreno, in pieno centro storico, nell'antico quartiere «A Iudeca» (quartiere ebreo), sul retro della chiesa Maria Santissima Addolorata, è del 1941. Le vicissitudini della guerra e della vita fecero accantonare ai proprietari l’idea fino al 1946. Nel 1948 l’architetto Carmelo Aloisi, lo stesso che disegnò il cinema Odeon a Catania, assunse l’incarico di progettare e costruire un cinema che fu chiamato GriVi, iniziali dei cognomi dei proprietari; il cinema fu inaugurato nel 1951.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO