WHATSAPP: 349 88 18 870

Tutto rinviato per l'assistenza domiciliare agli anziani

Tutto rinviato per l'assistenza domiciliare agli anziani

E’ stato un incontro interlocutorio quello avvenuto tra l’assessore comunale alle Politiche sociali , avv. Giuseppa Macaluso e i tre segretari di Cgil, Cisl e Uil pensionati Sigfrido Fadda, Enzo Canu e Filippo Manuella, con al centro della discussione l’assistenza domiciliare agli anziani che è ferma dal 12 maggio scorso con gravi ripercussioni per la salute di quegli anziani, sono più di 90, che aspettano un’assistenza domiciliare efficiente.

L’incontro tra le parti, tenuto conto che bisogna approfondire altre situazioni, proseguirà martedì prossimo alle 11 per l’esame del capitolato d’oneri che le cooperative, che operano nell’assistenza domiciliare, dovranno firmare con il Comune e, dopo, probabilmente, il servizio di assistenza ripartirà con la speranza che possa durare sino alla fine dell’anno, risorse finanziarie permettendo.

L’assessore Macaluso ha comunicato che gli anziani che fruiranno dell’assistenza saranno 98, il che vuol dire che rispetto allo scorso anno e agli anni precedenti sono circa la metà.Gli anziani pagheranno un ticket rapportato al loro reddito. Le ore settimanali di servizio saranno rapportate alle condizioni e ai bisogni di ogni anziano, secondo un piano individuale di assistenza stabilito dal Servizio sociale del Comune. La media settimanale sarà di quattro ore e non di tre come avveniva nelle precedenti assistenze. Le cooperative scelte dagli anziani ed in possesso dei requisiti per il loro accreditamento sono due vale a dire l’Asmida e l’Anchise, che già hanno svolto questo servizio negli anni precedenti e, quindi, hanno l’esperienza necessario per poterlo assolvere al meglio. I tre segretari provinciali Sigfrido Fadda, Enzo Canu e Filippo Manuella, allo stato attuale, hanno sospeso qualsiasi giudizio in attesa dell’incontro di martedì quando dovrebbero definirsi tutti gli adempimenti anche se continuano a non comprendere le ragioni per le quali l’amministrazione comunale non abbia accolto alcuna delle loro proposte o richieste a suo tempo presentate. Proposte, a loro dire, che hanno esclusivamente l’obiettivo di migliorare il servizio e salvaguardare i livelli occupazionali.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa