home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Allarme a Piazza Armerina: accertato caso di meningite all'ospedale Chiello

Il paziente di 33 anni si è presentato con una forte cefalea e rigidità muscolare. L'uomo trasferito a Enna. Profilassi per una cinquantina di persone tra familiari e personale medico e paramedico che è entrato in contatto con l'uomo al pronto soccorso

Niscemi, donna e figlia neonata positive al battero della meningite

PIAZZA ARMERINA - Un caso di meningite virale è stato accertato all’ospedale «Chiello» di Piazza Armerina, in provincia di Enna. Venerdì scorso un uomo di 33 anni si è presentato all’ospedale con forte cefalea e rigidità muscolare. Il paziente, dopo essere stato sottoposto agli accertamenti che hanno confermato i sospetti dei sanitari, è stato trasferito al reparto di malattie infettive dell’ospedale Umberto I di Enna.

 

Una cinquantina di persone, entrate in contatto con l’uomo, i familiari, tutto il personale medico e paramedico e quanti si trovavano al pronto soccorso e nell’astanteria dell’ospedale Chiello sono stati sottoposti alla profilassi.

 

Mentre sono in corso gli accertamenti per risalire alla possibile fonte di contagio, le condizioni del paziente vengono definite «serie» dai sanitari, ma l'uomo pare che risponda comunque bene alle terapie. L’uomo, sposato e padre di due figli, è attualmente ricoverato, in isolamento, nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Umberto I di Enna.

 

 

I medici del pronto soccorso dell’ospedale Chiello di Piazza Armerina, dove venerdì l’uomo si é recato perché si sentiva male, hanno subito riconosciuto i classici sintomi della meningite: febbre, cefalea e disorientamento, intuizione confermata dal prelievo del liquor, effettuato con una puntura lombare.

 

La circostanza che il paziente abbia risposto positivamente ai farmaci fa escludere che si possa trattare di meningite meningococcica, quella del tipo più letale. L’uomo, che é stato trattato con antibiotici e antiedemigeni, potrebbe essere dimesso tra qualche giorno, mentre chi è venuto in contatto con lui è stato sottoposto a profilassi. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa