home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

«Lavoro propedeutico per la "svolta"»

Bilancio del 2016. Il sindaco di Enna Dipietro ammette che l’attività amministrativa sviluppata sinora non è palpabile ma è ottimista per il 2017

«Lavoro propedeutico per la "svolta"»

Enna - «E' stato un anno difficile dove abbiamo svolto un grande lavoro quanto meno in relazione ai problemi principali vissuti dagli ennesi e contiamo di raccogliere i risultati nel nuovo anno». È tempo di bilanci per il sindaco Maurizio Dipietro che parla del 2016 e delle speranze per il nuovo anno. Uno su tutti sui rifiuti. «Dal punto di vista amministrativo abbiamo fatto quello che dovevamo. Per le strade ad ora non si vede il risultato ma c'è stato un lavoro sulle “carte” che sarà determinante per la svolta» assicura Dipietro in relazione alla gestione del servizio rifiuti che sarà interamente comunale: «So bene che non posso dare delle date certe perché adesso non dipende da noi, ma auspico che tutto venga completato entro un paio di mesi». Sarà deterinante l'ultimo via libera della Regione.

Per Dipietro il 2017 «sarà l'anno decisivo per il riscatto nella nostra collettività» perchè l'altro obiettivo della sua amministrazione «è il rilancio economico locale che passa attraverso la promozione e l'incentivazione culturale e l'acquisizione di finanziamenti esterni sui quali siamo già in corsa con i 16,6 milioni dell'Agenda Urbana». E dopo le indiscrezioni Dipietro conferma che «parte potremmo investirla sul posteggio interrato in piazza Garibaldi utile sia per risolvere il problema dei posti che per rilanciare il commercio». Questo perchè c'è la consapevolezza che il commercio ennese è in difficoltà. «Stiamo lavorando per creare le condizioni del rilancio».

Ma Dipietro sa anche che l'attuazione del programma passa anche dalla tenuta in Consiglio comunale. «Sono più affascinato al tema amministrativo che a quello politico ma so anche che vanno creati degli equilibri. Laddove mi renderò conto che la risposta non è compatibile a questo, sono pronto a dei cambiamenti sia in giunta che in Consiglio comunale. Chi ha a cuore il bene di Enna dovrebbe prevedere queste cose; a chiunque lavori per il bene della città su questioni concrete c'è un'apertura» e sollecitato specificatamente sulla posizione del consigliere Scillia (critico in certi casi sull'amministrazione), ha detto: «Il consigliere Scillia come gli altri della maggioranza è stato eletto in questa logica, se ha cambiato idea non è colpa mia. Lui tra l'altro ha avuto la sorte di essere eletto grazie alla mia vittoria».

Riconoscendo che nell'ordinario della macchina comunale ci sono state delle pecche, il sindaco smentisce però chi parla di rapporti difficili con i dipendenti comunali «perché con la stragrande maggioranza di loro ho ottimi rapporti, se ci sono state posizioni rigorose non è stata una tirata d'orecchie ma uno stimolo», mentre sulle polemiche legate al Natale dice che «noi abbiamo fatto tutto ciò che c'era da fare per garantire l'atmosfera, abbiamo recuperato l'illuminazione che rischiava di saltare e scelto un bel programma che per cause esterne al Comune è saltato». Infine «un augurio a tutta la città e che possa essere un anno ricco di soddisfazioni e iniziative amministrative».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO