home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Enna, sempre più urgente una mappatura della aree a rischio crollo

L'ultimo crollo del muro in via della Resistenza ha aperto il dibattito su tutte le strutture che si trovano in potenziale pericolo

Enna, sempre più urgente una mappatura della aree a rischio crollo

Il crollo del muro in via della Resistenza ha aperto il dibattito sulla necessità di fare una ricognizione delle aree più a rischio in città. Un lavoro a cui lavorerà l'Ufficio tecnico comunale e nel frattempo abbiamo cercato di capire, pur senza creare allarmismi, quali potrebbero essere i punti da attenzionare.

Partiamo dunque dalla zona Monte in viale IV Novembre dove, a pochi metri l'uno dall'altro, destano preoccupazione, e sono diversi gli appelli già fatti, l'ingresso alla gradinata dello stadio “Gaeta”. Il tetto è in condizioni obsolete ed in continuo scricchiolio visibile anche ad occhio nudo. Passeggiando per qualche metro, sul lato opposto del marciapiede, la preoccupazione è sul muro che costeggia la villa della Torre di Federico. Anche qui c'è chi ha segnalato una strana inclinazione del muro che contiene le aiuole e la stessa attenzione è rivolta ad un'altra parte della villa, questa volta sul fronte di via Torre di Federico.

Cambiando zona siamo arrivati nelle vie Palermo e Siracusa intorno al muro di cinta del carcere. Anche questo muro in alcune parti sembra deteriorato ma c'è da capire dov'è la competenza del Comune e quella dell'amministrazione penitenziaria. Sta di fatto che anche qui i cittadini in passato hanno fatto delle segnalazioni che sono arrivate anche nella parte più alta della città. Ed in particolare in via Croce di Valverde. La scorsa estate i residenti chiesero un intervento preoccupati dallo scivolamento di alcuni blocchi a mantenimento della piazzetta e sopra la scala che porta a Valverde. L'area fu in un primo momento transennata ma oggi chiunque è libero di percorrerla e quei grossi mattoni sono ancora sporgenti come se dovessero cadere da un momento ad un altro.

Sempre in tema di muri a rischio e di alberi pericolanti un altro caso è stato registrato ieri mattina nell'incrocio tra via Leonardo da Vinci e la strada comunale 179 dove sono intervenuti i vigili del fuoco ed era presente anche il geometra Paolo Scarlata per il Comune.

Altro tema che richiama l'attenzione è quello dei dislivelli stradali. È il caso di via San Leone dove da oltre un anno c'è un tratto di strada che continua ad abbassarsi con il rischio che presto possa cedere o aprirsi una buca. Lo stesso caso si registra anche in via Pergusa a pochi metri dall'inizio del ponte ed anche qui le auto, soprattutto quelle con un assetto più basso, cercano di evitarla per non incorrere a danni nella carrozzeria. Questi, come detto, sono alcuni dei casi su cui sarebbe opportuno intervenire per dare maggiore sicurezza.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO