home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Agricoltura, stanziati 6,2 milioni per potenziare le dighe Nicoletti e Sciaguana

Dopo i 20 milioni deliberati per Pozzillo, dal Cipe ulteriore segnale di attenzione per i bacini idrici dell'Ennese

Agricoltura, stanziati 6,2 milioni per potenziare le dighe Nicoletti e Sciaguana

ENNA - Non è solo la diga Pozzillo, in territorio di Regalbuto, a beneficiare dei finanziamenti del Comitato interministeriale di programmazione economica (Cipe). Come abbiamo ampiamente riportato sul nostro quotidiano «La Sicilia» in un articolo del 19 dicembre scorso, la diga Pozzillo riceverà circa 20 milioni di euro, ma ulteriori 6 milioni saranno destinati alle altre dighe dell’Ennese. Dunque la somma complessiva assegnata dal Cipe è di 26 milioni e 250 mila euro, di cui 20 milioni solo per la Pozzillo di proprietà della Regione ed è gestita dall’Enel per l’utilizzo idroelettrico; 6 milioni di euro andranno invece alla diga Sciaguana, tra Agira e Catenanuova; 250mila euro sono stati assegnati alla diga Nicoletti nei pressi di Leonforte per piccoli interventi.

La diga Pozzillo, che riceve acqua dalla diga Ancipa, attraverso il fiume Salso e dai torrenti ha una sua importanza perché una volta che si congiungono le varie fonti idriche l’invaso ha una capacità di 150 milioni di metri cubi. Acqua che serve per il funzionamento delle turbine ma che poi viene utilizzata a valle soprattutto per uso agricolo nei territori di Enna, di Catania e Siracusa per la coltivazione degli agrumenti.

Nella diga Pozzillo vi si possono anche svolgere delle attività acquatiche. Attorno al lago avrebbe dovuto sorgere un “parco” , ma poi è fallito tutto perché la società svizzera proponente si è dileguata.

Naturalmente soddisfatto il sindaco di Regalbuto, Francesco Bivona che dice: «Attendevamo da anni questo finanziamento e abbiamo infuso tante azioni sinergiche per ottenere il via libera ai lavori. L’intervento è certamente una garanzia per il futuro dell’agricoltura del nostro territorio e delle province limitrofe».

La diga Sciaguana, ultimata nel 1992 capta le acqua del torrente omonimo, ha una capacità di 11,9 milioni di metri cubi, la capacità utilizzabile per l’agricoltura è di 5 milioni di metri cubi. L’area servita dalle sue acque è di 1.665 ettari interessando i territori di Agira, Regalbuto e in parte di Catenanuova, utilizzando una condotta che alimenta per caduta i terreni del comprensorio irriguo dove si trovano agrumeti, oliveti e altre coltura. La diga viene gestita dal Consorzio di bonifica di Enna. Il lago Nicoletti nasce dalle acque del fiume Dittaino ed è stato realizzato tra il 1969/1972, ha un capacità di 19,3 milioni di metri cubi, che vengono usati per uso irriguo tanto è vero che arriva sia nella zona industriale che negli agrumeti della piana di Catania.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa