home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Enna, la polizia municipale alla ricerca di una nuova sede

Dopo il crollo del muro l'immobile che ospita il comando è stato dichiarato inagibile dall'Ufficio tecnico

Enna, la polizia municipale alla ricerca di una nuova sede

ENNA - La struttura che ospita il comando della polizia municipale è stata dichiarata inagibile. A certificarlo è stato ieri l'Ufficio tecnico comunale e naturalmente si apre adesso un problema serio per i vigili urbani del capoluogo che dovranno trovare in fretta una sede in cui allocare i servizi per il cittadino.

Questa è la conseguenza del muro crollato esattamente un mese fa in via della Resistenza e su cui c'è in atto un'indagine per stabilirne le cause ma nel frattempo il corpo di polizia municipale è al momento ospitato in piazza Umberto I dove lo spazio non basta di certo.

A tal proposito l'assessore Gianpiero Cortese ha programmato un incontro con il comandante Blasco per trovare una soluzione tra le strutture comunali ma non sarà però facile affrontare i disagi perché fino a ora i vigili urbani hanno fatto di necessità virtù alternandosi per entrare nella sede di Enna bassa solo per prendere i documenti e portare avanti le pratiche ma dopo la relazione dell'Ufficio tecnico non potranno più farlo.

La relazione certifica infatti l'inagibilità temporanea dei locali almeno fino a quando non verranno fatti i controlli di natura geologico-tecnica finalizzati a verificarne la staticità spiega lo stesso Cortese.

Fare previsioni su un rientro in sede non è possibile soprattutto perché i tempi di ricostruzione del muro restano molto più che incerti ed è proprio questo l'aspetto che preoccupa perché ciò significa prolungare nel tempo i disagi per i vigili urbani, le loro attività e, in certi casi, anche dei cittadini.

I servizi espletati dai vigili urbani sono molteplici e rischierebbero di essere rallentati o, peggio ancora, bloccati se ad ogni servizio non verrà data in tempi utili una sede dove poter lavorare. C'è poi un altro aspetto da non sottovalutare ed è legato al sistema di videosorveglianza che potrebbe non essere seguito dalla polizia municipale.

Per queste ragioni sarà necessario che al più presto si trovi una soluzione intanto per l'immediato senza trascurare la necessità di avviare al più presto i lavori sul muro di via della Resistenza per ritornare alla normalità.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa