home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Turisti accolti dalle discariche sulla Ss 117

Da Piazza Armerina a Gela denuncia alla Forestale dei titolari di strutture ricettive per lo stato di degrado

Turisti accolti dalle discariche sulla Ss 117

La vicenda delle discariche abusive ai bordi dell’area sud della strada statale 117 bis, che da Gela conduce a Piazza Armerina, è stata segnalata al Corpo forestale.

Dopo le numerose proteste dei titolari delle strutture ricettive che si trovano in quell’area su cui hanno competenza territoriale 5 Comuni, Piazza Armerina, San Michele di Ganzaria, San Cono, Mazzarino e Gela, è stato Fabrizio Tudisco, già amministratore comunale e assessore provinciale, a depositare una denuncia corredata da un ampio rapporto fotografico al distaccamento piazzese del Corpo forestale. Una situazione di incuria e di grave degrado quella del tratto della Ss 117 bis Gela – Piazza Armerina con le piazzole ormai impraticabili poiché trasformate in ricettacolo di ogni tipologia di rifiuti, anche di rilevanti dimensioni. I rifiuti invadono anche le riserve ambientali e i bordi del vecchio tracciato viario della stessa arteria stradale. Non certo un bel biglietto da visita, non solo per i residenti che ogni giorno per motivi di studio e di lavoro percorrono il tratto stradale, ma anche per i turisti che dopo aver visitato Gela e Caltagirone si recano a Piazza Armerina per visitare il centro storico e il Sito Unesco della Villa romana del Casale e spesso si fermano a consumare i pasti e per il pernottamento nei tanti ristoranti e negli agriturismi disseminati in quel tratto di strada. “Oltre a denunciare l’inciviltà di ignoti -dice Tudisco- che hanno reso l’area una grande discarica a cielo aperto ho anche richiesto l’immediata rimozione dei rifiuti da parte degli organi competenti”.

La problematica dei rifiuti abbandonati in maniera illegale e selvaggia non risparmia neppure il bosco Bellia e alcune piazzole di sosta dell’area nord della Ss 117 bis. In particolare una discarica abusiva nella piazzola di sosta attigua a contrada Bannata è stata più volte oggetto di indagine e di sequestro da parte del distaccamento piazzese del Corpo Forestale che ha anche spiccato vari verbali per abbandono dei rifiuti.Ma ogni volta dopo la bonifica ignoti hanno ricominciato a gettare i rifiuti. Nei giorni scorsi, anche se non è di loro competenza, gli operai dell’azienda Foreste demaniali e del Corpo forestale hanno ripulito la parte del percorso sportivo Bellia – Rossomanno – Grottascura in cui si trova un’edicola votiva.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO