home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Piazza Armerina nella “top ten” di siti da visitare nel ponte del 25 aprile

Gli itinerari sono stati elaborati dall' Associazione Produttori Caravan e Camper (Apc)

Piazza Armerina nella “top ten” di siti da visitare nel ponte del 25 aprile

Piazza Armerina (Enna) - Con la Villa romana del Casale, Piazza Armerina è nella top ten dei migliori itinerari da visitare in camper per i prossimi ponti del 25 aprile, primo maggio e due giugno, elaborati dalla Associazione Produttori Caravan e Camper (Apc). Tra i dieci migliori itinerari per gli amanti del turismo in libertà l'unica metà siciliana inclusa è quella della città dei mosaici. Una prospettiva importante per il rilancio del turismo nel territorio ennese.

Secondo le stime dell'Apc, nelle vacanze di Pasqua appena concluse sono stati oltre mezzo milione di camperisti in movimento nei vari luoghi d'Italia. Le stime di analizzate più a fondo parlano di circa 350.000 gli italiani e 150.000 stranieri. Premiate da questo genere di turismo, in particolare, realtà museali più piccole e borghi nascosti. Il territorio ennese, nel complesso si colloca tra i 4 che su scala regionale hanno segnato una crescita costante nei flussi turistici nel 2016 con un complessivo più 3,9% negli arrivi e 3,1% in più nelle presenze siciliane.

Enna città, per stime non ufficiali, ad esempio, attira un flusso annuale di non meno di 40 mila visitatori nella zona che si trova tra il castello di Lombardia ed il Duomo tra gruppi organizzati e turisti singoli. Potenzialità, questa, ancora non pienamente sfruttata. Ma le nuove prospettive di crescita non mancano. Di recente, il cammino della via sacra di Enna è stato incluso dalla Regione tra i protagonisti dell'anno del turismo sostenibile con un progetto dedicato ai cammini sacri in Sicilia.

Il suggestivo percorso ricreato dai giovani Scout di Enna collega l’area rupestre e che si trova ai piedi della Rocca di Cerere con la “Grotta dei Santi” posta all’interno di un bosco sottostante la Rocca e dove si trovano dipinti bizantini del XII secolo. Tra le opportunità per valorizzare le risorse ambientali, paesaggistiche, culturali ed alimentari dei comuni che compongono il Gal Rocca di Cerere c'è quella di “Typical Sicily, Le Terre dell’ennese”, coordinato da Unpli Sicilia, attuato dal comitato provinciale di Enna, e finanziato dal Gal Rocca di Cerere sull’asse Psr 2007-2013 che mette in rete attori privati e pubblici, Comuni e Pro Loco, con proposte che vanno dai pacchetti turistici da proporre nelle più importanti fiere di settore, alle app dedicate per guidare il turista alla scoperta dei tesori dei singoli luoghi ed altro ancora.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa