home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Piazza Armerina, spazzatura in via Mazzini: agenti trovano il trasgressore

Gli agenti della Polizia municipale sono risaliti al cittadino incivile dai bollettini postali che erano stati buttati via insieme agli altri rifiuti

Piazza Armerina, spazzatura in via Mazzini: agenti trovano il trasgressore

Piazza Armerina (Enna) -  Tre buste di spazzatura e un pannolino abbandonati all’angolo tra via Mazzini e via Sant’Agostino, una scena di certo non proprio edificante quella che si è presentata dinanzi agli occhi dei turisti che ieri, intorno alle 14, transitavano a piedi in via Mazzini, una delle porte d’ingresso del centro storico, e si sono soffermati quando hanno notato l’intervento che la polizia locale, con il commissario Walter Campagna e l’agente Marilina Spadaro, armati di guanti, stava effettuando.

Gli agenti della polizia locale, su segnalazione degli operatori della Tekra, si sono recati nella strada constatando il pattume all’angolo della stessa e sono intervenuti. All’apertura delle buste hanno verificato che, oltre alla spazzatura indifferenziata, c’erano anche centinaia di bollettini postali, recanti la stessa intestazione per cui si è subito risaliti al cittadino che ha commesso l’infrazione gettando i rifiuti in un’area sprovvista di bidoni per la raccolta differenziata, fuori dall’orario previsto dall’ordinanza sindacale e senza rispettare le modalità di conferimento differenziato. Non è la prima volta che in quell’angolo di strada vengono abbandonati sacchetti di rifiuti e non è inoltre l’unica zona dove si ostinano a gettare in maniera incivile i rifiuti.

«In presenza dei turisti che hanno assistito a quanto stava accadendo ci siamo vergognati per chi sporca la città e non ci permette di presentarla al meglio» dice il commissario Campagna che, alcuni giorni fa insieme al comandante Paolo Gabrieli, liberi dal servizio, hanno individuato lungo i gradini di via Stradonello, all’incrocio con via Scalpello, altri cinque sacchi di rifiuti indifferenziati, individuando anche il residente che li aveva gettati poco prima e che dal balcone di casa contestava che non sapeva dove buttarli.

Dal comando di polizia locale fanno sapere che l’attività di contrasto per l’abbandono di rifiuti proseguirà ad oltranza, anche fuori dai soliti orari di servizio ed in borghese. Occorrerebbe un rafforzamento del personale e di orario, poiché a quanto pare i 12 vigili, di cui solo 2 di ruolo, per 18 ore alla settimana, che devono effettuare anche gli altri compiti d’istituto, non riescono a svolgere in maniera capillare questo tipo di sorveglianza. Campagna conclude: «Dalle 8 alle 14 e dalle 15 alle 21, con solo 1 o al massimo 2 agenti, facciamo tanto ma è impossibile riuscire a raggiungere tutti i risultati. Sarebbe opportuno un monte ore dalle 16 alle 22 con 4 agenti di mattina e 4 di pomeriggio».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO