home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Piazza Armerina, bilancio approvato ma disaccordo sui 772mila euro dell’avanzo

Tra le priorità condivise da ambedue gli schieramenti: la stabilizzazione dei precari

Piazza Armerina, bilancio approvato ma disaccordo sui 772mila euro dell’avanzo

Piazza Armerina (Enna) - Il consiglio comunale approva il bilancio 2017. L’approvazione è avvenuta con gli 8 voti dei consiglieri Alberghina, Betto, Lentini, Lo Presti, Lunardo, Marotta, Terranova, Vitali, che sostengono l’amministrazione del sindaco Miroddi, per l’opposizione contrari i consiglieri Ribilotta, Di Giorgio, Picicuto, astenuti Arancio, Cimino, La Mattina e Velardita. Assenti Alfarini, Neglia, Castrogiovanni, Cursale, Saffila.

Ci sono volute due sedute ma, infine, maggioranza ed opposizione, seppur con differenti punti di vista, hanno trovato un accordo teso ad evitare che l’ente restasse privo dello strumento finanziario. Tra le priorità condivise da ambedue gli schieramenti: la stabilizzazione dei precari. Disaccordo, invece sull’applicazione dell’avanzo di amministrazione, pari a 772 mila euro, una parte dei quali usati per la compartecipazione alla spesa di due opere pubbliche, la ricostruzione del muro del Carmine e la creazione del Commissariato nell’ex magistrale. I revisori dei conti hanno infatti espresso parere negativo sull’approvazione dello strumento finanziario a causa di questa previsione. Una linea appoggiata dall’opposizione.

Tra i consiglieri che hanno evidenziato contrarietà Teodoro Ribilotta e Salvatore Alfarini, che hanno chiesto alla maggioranza e al sindaco Filippo Miroddi, presente in aula, di ritirare l’avanzo di amministrazione e di formulare una nuova proposta. Nella prosecuzione di seduta, le posizioni sono rimaste le stesse. Pertanto l’opposizione, che detiene in consiglio 11 consiglieri su 20, ha formulato e votato un emendamento per consolidare il bilancio “per una prudenziale gestione della spesa” con un importo pari a 239 mila euro, tolti da diversi capitoli e concentrati nei fondi di accantonamento: 30 mila euro prelevati dal settore dell’ordine pubblico; 12 mila euro dagli incarichi esterni; 127 mila euro dal turismo; 70 mila euro dalle spese legali.

A margine dell’approvazione il sindaco Miroddi, che detiene temporaneamente la delega al bilancio, dopo le dimissioni di Valentina Nicotra, ha commentato: «Il consiglio ha approvato in maniera propositiva il bilancio, dispiace per l’atto compiuto dall’opposizione con l’emendamento. Ad ogni modo continuiamo al lavorare, anche quest’anno ci stiamo rimboccando le maniche per organizzare al meglio la festa patronale, il Palio e tutti gli eventi turistici. La giunta ha approvato il bilancio il 28 marzo, ciò significa che, per Piazza, la mia amministrazione è, se non l’unica, una delle poche, ad avere approvato il bilancio, entro i termini previsti dalla Regione».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa