home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Giarre, prima edizione del Radicepura Garden Festival

Al via il prossimo 21 aprile il primo evento internazionale dedicato al garden design e all’architettura del paesaggio del Mediterraneo. Saranno 14 i giardini che potranno essere visitati

Giarre, prima edizione del Radicepura Garden Festival

GIARRE (CATANIA) - A Giarre, dal 21 aprile, la prima edizione del Radicepura Garden Festival, promosso dalla Fondazione Radicepura. E' il primo evento internazionale dedicato al garden design e all'architettura del paesaggio del Mediterraneo che coinvolge giovani designer, istituzioni, imprese, grandi protagonisti del paesaggismo, dell'arte e dell'architettura.


Fino al 21 ottobre, nel parco botanico di Radicepura, sarà possibile visitare 14 giardini, realizzati appositamente con le piante più originali coltivate da Piante Faro, che raccoglie 800 specie e oltre 5.000 varietà, grazie a 50 anni di attività di Venerando Faro, alla guida dell'azienda con i figli Mario e Michele. Partecipano a questa prima edizione quattro garden designer di fama internazionale che realizzeranno 'site-specific' di circa 150 metri quadrati ciascuno. Il paesaggista francese Michel Péna guida i visitatori in un Jardin Parfumé, un giardino verticale per immergersi tra luce e vegetazione. Evaporazione mediterranea è il giardino dell'italiano Stefano Passerotti, che riflette sull'attuale situazione del Mare Nostrum, utilizzando la metafora del tronco d'albero adagiato sull'acqua. È un invito all'amicizia e alla fratellanza il progetto della designer arabo - londinese Kamelia Bin Zaal, intitolato Amity e ispirato alla convivialità dei cortili arabi, spazi aperti in cui condividere il piacere di stare insieme.

Il paesaggista inglese James Basson ricrea con Arethusa and Alpheus un collegamento ideale tra Sicilia e Grecia, attraverso il mito di Alfeo e Aretusa che unisce simbolicamente i due paesi attraverso la storia del dio Alfeo, figlio del dio Oceano e personificazione del più grande fiume del Peloponneso, e della ninfa Aretusa, fonte a Siracusa.

Altri sei giardini, di dimensioni più piccole, variabili tra i 30 e i 50 metri quadrati, saranno realizzati da giovani paesaggisti selezionati tramite un bando internazionale.

Si entrerà sin da subito nel vivo delle iniziative in programma: dopo la cerimonia inaugurale, il prossimo 21 aprile alle 11.30, si terrà l’incontro dal titolo “Il giardino facile: per un giardino sostenibile nel clima mediterraneo”, conversazione tra Paolo Pejrone (architetto italiano specializzato in giardinaggio e progettazione paesaggistica), Michael Péna (Architetto del paesaggio) e Emanuela Rosa-Clot (direttrice di Gardenia). Mentre nel pomeriggio due appuntamenti: alle 15.00 “Storia di un’amicizia”, in cui la designer Kamelia Bin Zaal dialogherà con Sarah Eberle (presidente di giuria e medaglia d’oro per il “Viking Cruises Mekong Garden); alle 16.00, l’incontro “Piante rare e autoctone siciliane”, conversazione tra James Basson e Antonia Cristaudo. Si continua sabato 22 aprile alle 16.00 con il dialogo tra Francois Abelanet (architetto, poeta, decoratore e appassionato di land art, che ha firmato l’installazione Anamorphose) e il grande artista Alfio Bonanno. Domenica 23 aprile alle 11.30 appuntamento con “Arte, giardino, moda”, conversazione tra Stefano Passerotti e la stilista Marella Ferrera, mentre lunedì 24 aprile si terrà il workshop di fotografia a cura di Marianne Majerus.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa