home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, 200 giovani in littorina per «leggere insieme»

La terza edizione del concorso «Storie sotto il vulcano»

Catania, 200 giovani in littorina per «leggere insieme»

Studenti allegramente chiassosi, in maglietta rossa e con il sorriso fiducioso della gioventù stampato in volto: ecco chi erano i duecento ragazzi delle scuole medie e superiori che hanno partecipato al viaggio in littorina organizzato da Giuseppe Maimone Editore, nell’ambito della III edizione del concorso “Storie Sotto il Vulcano. I ragazzi raccontano”.

All’insegna dello slogan “Leggiamo insieme”, quest’anno il viaggio attorno all’Etna è coinciso con una giornata meteorologicamente incerta. Nessun ostacolo però per i giovani, che ad ogni fermata della littorina hanno dato vita alle consuete performance canore e musicali. Da segnalare quelle a Piano Tavola/Belpasso e a Biancavilla, con le locali scuole medie a fare da benvenuto con striscioni e cori. I giovani di tre licei classici (“Cutelli”, “Gulli e Pennisi” e “C. Marchesi”) e del liceo artistico “Emilio Greco” (di San Giovanni La Punta) si sono impegnati per l’occasione in un progetto di alternanza scuola-lavoro. A Mascali, la Pro Loco ha offerto una merenda con prodotti tipici, mentre un cofanetto di cartoline a tema sono state il gadget dell’editore Maimone per tutti i partecipanti.

Chi non ha potuto esser di persona sul treno speciale, ha seguito sui social la manifestazione. I giovani internauti si sono scambiati foto e di impressioni, avendo sempre un nucleo ineludibile: l’amore per il territorio in cui si vive e la passione per la parola raccontata o letta, declamata o sussurrata.

A bordo del treno speciale, lo scrittore Paolo Sessa, ha letto, con la sua solita verve, pagine di grandi scrittori, appuntando l’attenzione soprattutto su Pirandello e Tolstoj. Il paesaggio etneo, con le se meravigliose peculiarità, è stato al centro delle letture e delle riflessioni dello scrittore Sergio Mangiameli, autore di un manuale sull’Etna.Un delegato di Marcello La Bella, responsabile della polizia postale di Catania e provincia, ha posto l’accento sul grave problema del cyber bullismo. Tutti hanno fatto emergere con chiarezza un concetto: il libro è uno strumento di formazione civica per l’affermazione della legalità tra cittadini consapevoli di vivere in una comunità.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO