home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

A Messina una domenica fra arte, mostre e rievocazioni storiche

Tanti gli eventi previsti da Forte Cavalli a Villa Melania. Mili, corteo e degustazioni: con il ricavato saranno realizzati i lavori per la chiesa di Santa Maria

A Messina una domenica fra arte, mostre e rievocazioni storiche

Messina - Arte, cultura, panorami mozzafiato, mostre d'arte contemporanea, un’esposizione sulla storia del teatro siciliano, concerti e una rievocazione storica. Ecco quanto offrono “Territori Vivi” e “Cultural Day 2017”, iniziative previste per domani, la mattina a Forte Cavalli a Larderia e Villa Melania a Pistunina, e nel pomeriggio lungo i vicoli dell’antichissimo paese di Mili San Pietro e alla chiesa normanna di Mili.

La manifestazione prende il via con il quarto appuntamento di “Territori vivi” a Forte Cavalli e Villa Melania dalle 9 alle 13. A Forte Cavalli si potrà ammirare il fornito “Museo storico delle fortificazioni dello Stretto”, con filmati dell’Istituto Luce e l'esposizione di armi, armature, cannoni, bombe d’aereo. A Villa Melania si potrà visionare la prima villa asismica costruita dopo il 1908, e all'interno della mostra etnoantropologica, di arte contemporanea e degli antichi mestieri, una nuova sezione dedicata al teatro siciliano e gestita dall'associazione “Teatro libero di Messina”. Questo spazio sarà completato nelle prossime settimane e costituirà il futuro “Museo del teatro siciliano”: una raccolta di documenti teatrali, manifesti, locandine, foto, bozzetti, costumi, pubblicazioni, sui 30 anni di attività del Teatro Libero di Messina presieduto dall'organizzatore e attore Pippo Luciano e diretto dall'attrice e regista Rosy Gangemi. L'obiettivo di Luciano e Gangemi è quello di preservare la storia del teatro siciliano, facendola conoscere anche ai più giovani, sensibilizzandoli a questa forma d’arte, e sviluppando al contempo un turismo di qualità. A Villa Melania si potrà pranzare in mezzo al verde con la grigliata di carne e del buon vino. Nel pomeriggio ci si sposterà alla Chiesa Normanna di Mili per la celebrazione del “Cultural Day 2017”, ideato e organizzato dall’Associazione Ionio e dal Circolo Arci con il patrocinio del Comune di Messina e la collaborazione della Pro Loco Messina Sud e della Fondazione Salonia.

Visite guidate alla Chiesa a cura dei volontari dell’Associazione Ionio e dei bambini di Mili San Pietro. Si proseguirà poi con il corteo storico intorno alle 17,30 con la rievocazione della consegna dell’atto di fondazione della chiesa di Mili da parte del Gran Conte Ruggero all’abate Michele. La sera gli abitanti rianimeranno gli angoli e i vicoli del paese con performance, concerti e degustazioni di piatti tipici.

Le associazioni organizzatrici e la comunità di Mili San Pietro destineranno il ricavato del ‘’Cultural Day 2017’’ alla sistemazione del piazzale della Chiesa Normanna di Santa Maria.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa