home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Treni storici in viaggio tra le bontà enograstronomiche di Sicilia

E' un'iniziativa dell'assessorato regionale al turismo. "I treni del vino e del gusto" si muoveranno da domenica 3 settembre all' 8 di ottobre

Treni storici in viaggio tra le bontà enograstronomiche di Sicilia

Il programma messo a punto ha come protagonisti convogli ferroviari d’epoca e sei eventi associati ad altrettante manifestazioni patrocinate dall’assessorato regionale al Turismo. In primo piano l’enogastronomia isolana, come spiegato da Fabio Roccuzzo, membro della segreteria dell’assessore Barbagallo. “Si tratta di un progetto – ha affermato – che mira a creare una rete di circa 40 realtà siciliane, legate dal comune denominatore dello “slow food”, un settore in forte e costante crescita”. Roccuzzo, poi, ha richiamato il tema della sostenibilità applicata all’enogastronomia, fatto proprio anche dall’on. Anthony Barbagallo dopo l’intervento di Pietro Fattori che, per conto di Fondazione FS Italiane, ha illustrato le singole tappe della manifestazione, coadiuvato in tal senso da Mario Silvestri, dello stesso ente, il quale si è espresso così: “Trenitalia è felice di partecipare mettendo a disposizione treni storici. E, in questo contesto, l’assessorato regionale al Turismo può essere definito la “locomotiva” dell’iniziativa”.

Legittima la soddisfazione dell’assessore Anthony Barbagallo, il quale ha posto l’accento sull’azione sinergica che ha consentito il varo di una serie di eventi destinata ad ottenere sicuro successo. “Un autentico lavoro di squadra quello svolto con Fondazione FS Italiane e Trenitalia – ha dichiarato l’on. Barbagallo – che si innesta nella serie di interventi che sostengono quel progetto di eccellenza che si propone di favorire lo sviluppo del turismo cosiddetto esperienziale. Le peculiarità sono tante e varie, ma ritengo sia opportuno prestare attenzione all’importanza delle località che il treno storico toccherà, considerato che ben cinque su sei sono siti Unesco. La collaborazione con l’ambito dello “slow food”, poi, non è casuale, posto che intendiamo promuovere anche uno stile di vita”. Quindi, il rapporto con uno dei mezzi di trasporto più suggestivi. “Siamo la regione che ha investito di più sui treni storici – ha aggiunto l’assessore Barbagallo – e questo avviene nell’anno internazionale del turismo sostenibile, ambito a noi assai caro”. Il via è previsto per domenica prossima, alle 9,30, dalla stazione di Messina.

Il primo “Treno del vino e del gusto” avrà destinazione Giarre, da dove poi si potrà arrivare alla “ViniMilo”; a bordo anche una mostra di foto d’epoca curata dall’Associazione ferrovie siciliane, presieduta da Roberto Copia, che ha previsto anche uno speciale “focus” sulla storica linea “Alcantara-Randazzo”. Domenica 17 settembre, ancora da Messina, partiranno due treni storici. Il primo alle 7.30, con fermata per salita passeggeri a Catania centrale, alle 9.22, diretto a Caltagirone dove è in programma l’evento “Territori del vino e del gusto”, il secondo partirà alle 9.30 per giungere a Santa Venerina in occasione della manifestazione “EnoEtna”. Il 24 settembre i treni si sposteranno su Siracusa da dove, alle 8.30, partirà un convoglio diretto a Ragusa, per la “Festa dei formaggi iblei”. Domenica 8 ottobre due iniziative: da Palermo, alle 7.55, partirà un treno diretto a San Cataldo, dove è in programma la “Sagra della ciambella e dei grani antichi siciliani”; alle 9.40, da Trapani, la partenza del treno “Tra Apollinneo e Dionisiaco” con destinazione Petrosino. Nelle stazioni di arrivo, i passeggeri troveranno pullman che garantiranno la prosecuzione del viaggio fino ai luoghi delle manifestazioni in calendario. Biglietti già in vendita attraverso tutti i canali Trenitalia con sconti per ragazzi e famiglie.

“Le agevolazioni in questione – ha concluso l’assessore regionale al Turismo – si innestano nel solco che abbiamo inteso tracciare al fine di promuovere un investimento che possa risultare il più ampio possibile e destinato a vari fronti, al fine di valorizzare le nostre eccellenze e, al tempo stesso, consentirne una fruizione maggiore possibile”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa