home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Regionali, fra Cancelleri e Musumeci sfida al fotofinish a due mesi dal voto

Sondaggio Demopolis- La Sicilia a due mesi dal voto: M5S al 35%, avanti di un punto sul centrodestra. Micari (con Crocetta alleato) resta staccato al 22%, Fava al 6%. Astensione - "monstre": il 54% dei siciliani oggi non andrebbe alle urne. Caccia agli indecisi

Regionali, fra Cancelleri e Musumecisfida al fotofinish a due mesi dal voto

Catania. Oggi, a due mesi esatti dal voto, sarebbe una sfida al fotofinish. Fra Giancarlo Cancelleri e Nello Musumeci. Con il grillino avanti di un'incollatura: 35% di consensi, contro il 34% del candidato di centrodestra. È l'esito del primo sondaggio realizzato dall'Istituto Demopolis in esclusiva per "La Sicilia" sulle Regionali del 5 novembre.

Nelle intenzioni di voto degli elettori siciliani (la rilevazione s'è conclusa ieri) resta attardato il candidato di centrosinistra: Fabrizio Micari (pur rilevato considerando la lista di Crocetta fra gli altri alleati) è al 22%, staccato di oltre 10 punti dai due rivali in fuga. La sinistra, con Claudio Fava, entrerebbe all'Ars superando il quorum del 5%. Polverizzati in un 3% tutti gli altri aspiranti inquilini di Palazzo d'Orléans.

Focus anche su notorietà (stravince Musumeci) e fiducia (il primo è Cancelleri) dei candidati, con molte sorprese da scoprire. Compreso il numero segreto sulle "sliding doors" di queste elezioni: quanti voti avrebbe preso (davvero) Rosario Crocetta se si fosse candidato? E a chi li avrebbe sottratti?

Impressionante il dato dell'affluenza: 2,5 milioni di siciliani (il 54%) oggi diserterebbero le urne. Caccia anche agli indecisi: un quarto di chi andrà a votare non ha ancora deciso per chi.

«La partita è apertissima, l'area grigia di chi non ha ancora deciso se e per chi votare è molto vasta: quella scattata oggi - spiega il direttore dell'Istituto Demopolis, Pietro Vento - è una fotografia del consenso destinata a mutare in modo significativo in due mesi di campagna elettorale. Non va dimenticata l'altissima astensione e l'estrema mobilità del voto dei siciliani che, nelle ultime tornate elettorali, hanno cambiato spesso idea da un'elezione all'altra».

Nota informativa
L'indagine è stata condotta dall'Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, dal 3 al 5 settembre 2017 - per il quotidiano La Sicilia - su un campione regionale stratificato di 1.000 intervistati, rappresentativo dell'universo della popolazione maggiorenne residente in Sicilia. Supervisione della rilevazione demoscopica con metodologie integrate cawi-cati-cami di Marco E. Tabacchi. Coordinamento del Barometro Politico Demopolis a cura di Pietro Vento, con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone. Metodologia ed approfondimenti su: www.demopolis.it

I DATI COMPLETI E L'ANALISI DEL SONDAGGIO NELL'EDIZIONE DE "LA SICILIA" IN EDICOLA O ACQUISTABILE ONLINE (clicca qui)

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • angeloforgia

    06 Settembre 2017 - 11:11

    Io sono uno dei mille intervistati. Nel riquadro non sono stati riposrtati tutti i nominativi dei candidati presidenti sono stati testati. Come mai?

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa