WHATSAPP: 349 88 18 870

Guardia di Finanza scopre ditta del falso
ad Acate. Denunciato il titolare

Si realizzavano abiti con marchi protetti da diritti di privativa industriale di cui l'impresa non era in possesso. Tra le griffe riprodotte anche quelle di noti campionati di calcio nazionale e internazionale

Guardia di Finanza scopre ditta del falsoad Acate. Denunciato il titolare

RAGUSA - I finanzieri del Comando Provinciale di Ragusa hanno sequestrato una ditta che realizzava abiti con marchi protetti da diritti di privativa industriale di cui il titolare non era in possesso.


L’attività svolta dalle Fiamme Gialle della Tenenza di Vittoria, anche in collaborazione con il Nucleo Speciale Tutela Proprietà Intellettuale e il Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza, ha permesso l’individuazione di 250 marchi registrati illecitamente riprodotti, tra cui quelli riguardanti noti campionati e squadre di calcio nazionali e intenazionali (Roma, Napoli, Milan, Real Madrid, Seria A, Uefa, Europei 2016), case automobilistiche (Alfa Romeo, Fiat, MBW, Porsche), case motociclistiche (Aprilia, Ducati, Mv Augusta, Vespa) e cantanti italiani e stranieri (Modà, Vasco Rossi, Caparezza, Ligabue, J-Ax, Jovanotti).


L’impresa, con sede ad Acate, ha operato sia a livello nazionale che a livello internazionale, grazie all’utilizzo di numerose piattaforme informatiche, tutte sottoposte a sequestro, attraverso le quali ha gestito la pubblicizzazione e le prenotazioni dei prodotti. In particolare, sono stati oscurati due siti web, vari social network (facebook, instagram, twitter), programmi di messaggistica istantanea (whatsapp, telegram) e 2 applicazioni per smartphone (per Android e Apple).


Inoltre, sono state sequestrate dai finanzieri varie attrezzature utilizzate per l’attività illecita (tra cui plotter, presse, ricamatrici e pc), migliaia di adesivi di marchi contraffatti da stampare a caldo sui capi d’abbigliamento, 5 mila capi d’abbigliamento (felpe, t-shirt, polo, pantaloni), 60.000 file di grafica (tipo corel draw, jpg e pdf) con i marchi contraffatti, «scaricati» dal mondo del web e ridefiniti per la stampa digitale da grafici professionisti. Il titolare dell’impresa è stato denunciato per contraffazione.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa