WHATSAPP: 349 88 18 870

Rapinò e picchiò donna a Valderice
fermato giovane nigeriano

La vittima aveva partecipato a un incontro organizzato da una associazione culturale e mentre tornava all’auto è stata aggredita, picchiata, derubata e lasciata in fin di vita in un piccolo campo recintato

Rapinò e picchiò donna a Valdericefermato giovane nigeriano

Omwanta Valentine

Valderice (Trapani) - I carabinieri di Trapani hanno fermato Valentine Omwanta, nigeriano di 25 anni, per rapina aggravata e lesioni gravi. Avrebbe derubato una donna, a Valderice, il 30 maggio. La vittima aveva partecipato a un incontro organizzato da una associazione culturale e mentre tornava all’auto è stata aggredita, picchiata, derubata e lasciata in fin di vita in un piccolo campo recintato, a lato della strada, dove ha trascorso, priva di sensi, l’intera notte.


Gli inquirenti hanno ricostruito nei minimi particolari la serata della donna, interrogando le numerose persone presenti e chiunque avesse avuto contatti - anche solo telefonici - con la vittima. All’indagine ha partecipato anche il ROS di Palermo. L'inchiesta ha portato al nigeriano che è stato rintracciato nel Cara di Mineo (CT). Fondamentale è stata la collaborazione fornita da alcuni ospiti del Centro di Accoglienza che hanno dato dettagli sugli spostamenti del giovane la sera dell’aggressione.

Ad incastrare il giovane nigeriano sono stati gli accertamenti tecnici eseguiti sul cellulare rubato alla donna: il presunto autore della rapina - ai danni di Pina Castiglione di 57 anni - infatti, avrebbe venduto il telefonino ad un suo connazionale ospite del Cara di Mineo. A stabilire che si trattasse proprio dello smartphone sottratto alla vittima, è stata l’identificazione del codice Imei. Fondamentale, come ha sottolineato il procuratore di Trapani, Marcello Viola, è stata la collaborazione fornita dall’acquirente.


Intanto, le condizioni della donna sono migliorate; gli inquirenti sono in attesa della perizia medico legale per capire come Pina Castiglione si sia procurata le gravi lesioni al volto (fratture multiple). E non è ancora chiaro se la donna abbia subito violenza sessuale. Nei confronti del fermato gli inquirenti contestano anche il tentativo di violenza sessuale, oltre alla rapina e alle lesioni. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa