WHATSAPP: 349 88 18 870

Marco Biagianti: «Catania, non volevo andar via. Ma ora sono tornato: ecco perché»

Intervista esclusiva al centrocampista rossazzurro tornato a casa

Marco Biagianti:  «Catania, non volevo andar via. Ma ora sono tornato: ecco perché»

Marco Biagianti durante l'intervista

TORRE DEL GRIFO. Capitano, mio capitano. Il ritorno di Marco Biagianti a Catania è stato il colpo del mercato estivo fin qui centrato dall'ad Pietro Lo Monaco. Il nostro giornale ha incontrato in esclusiva il centrocampista toscano che ha spiegato le ragioni del suo rientro in Sicilia riassumendo il lavoro che la squadra sta svolgendo in ritiro. Biagianti è anche tornato su alcuni episodi (anche gustosi) del passato: dai gol segnati in A, alla convocazione in azzurro, alle liti con Totti e Gattuso, passando per le amicizie con Mascara, Baiocco e con altri mostri sacri che hanno portato in alto il Catania.

 

Nell'intervista che leggerete sul nostro giornale in edicola tra qualche ora, Biagianti accenna: “Il colloquio con il direttore Lo Monaco è durato cinque ore, ma per il contratto da firmare abbiamo parlato pochi istanti. Prima ci siamo confrontati su molto altro ricordando i tempi d'oro del Catania. Spero possano tornare presto. Ho lasciato il Catania in Serie A, ma non avrei voluto mai abbandonare la mia 27 (la maglia che con il numero che indossa dopo aver giocato da titolare lo “spareggio” di Bologna col Chievo, disputato appunto il 27 maggio 2007, ndr) che ritrovo adesso”.

 

Biagianti parla di Rigoli in termini positivi, del tifo, dei progetti e dell'amore che lo ha sempre legato all'ambiente rossazzurro.


SU LA SICILIA IN EDICOLA  DUE PAGINE DEDICATE AL CATANIA

OPPURE ACQUISTA LA TUA COPIA DIGITALE

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP